Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Marca in Bus c'è: turisti dalla costa ai monti. Bascioni: "Montagna piena, speriamo la gente torni a vivevrci"

13 Agosto 2020

di Raffaele Vitali

FERMO – Il Fermano punta sull’accoglienza e il trasporto gratuito di ‘Marca in bus’, unendo guide esperte e Villaggi Marche sotto la regia di Marca Fermana. “Lo scopo è quello di far conoscere il territorio fermano e le sue tradizioni, con degustazioni e photo‐contest” spiega Ivano Bascioni. “Le foto più belle e con più like taggate #marcainbus saranno utilizzate per la brochure dell’edizione 2021” aggiunge la tesoriera Laura Latini.

Presidente Ivano Bascioni, cosa vi ha convinto a far ripartire gli autobus nonostante il Covid?

“I mezzi erano in stand by perché tra normative ed evoluzione pandemica non c’erano chiarezze. E così abbiamo atteso, ma ora abbiamo organizzato un trasporto in sicurezza”.

Gli operatori vi aspettavano?

“Abbiamo avuto una richiesta molto forte da parte della costa. E così ripartiamo. Le telefonate continue nella sede di MarcaFermana per chiederci il servizio, il che conferma che c’è un turismo di ritorno importante”.

Quali novità?

“Marca in bus è ridotta nella frequenza, ma in realtà è cresciuta visto che sono stati inseriti tutti i comuni del fermano sotto i 5mila abitanti come Grottazzolina e Magliano”.

Come garantite la sicurezza?

“Autocertificazione e controllo della temperatura, sanificazione dell’autobus e delle mani. I congiunti potranno sedersi al fianco, chi è da solo avrà un posto con a fianco quello vuoto. La nostra previsione è che su 50 posti ne verranno usati 35. Poi se le prenotazioni saranno tante, aggiungeremo un secondo pullman o un pulmino”.

Gli itinerari come sono stati pensati?

“La prima regola è geografica. Pensiamo al distretto del cappello. Così come Montefortino e Amandola. Avendo inserito anche una degustazione di una cantina o di prodotti tipici, l’itinerario non poteva tenere conto che di strade contigue”.

Reazioni dei sindaci?

“Tutti contenti, ne avevamo discusso in fase pre Covid. La richiesta era quella di ampliare il percorso e su questo si era espresso tutto il Cda. Senza emergenza sanitaria ne avremmo il doppio di percorsi, che oggi sono nove più uno extra a metà settembre”.

E gli outlet?

“Non rientrano in questo percorso, che è turistico e culturale. Noi portiamo sul territorio, poi diamo tutte le indicazioni per raggiungere i luoghi dello shopping”.

Il bus è il must, poi c’è la tecnologia. Come va l’App?

“Una evoluzione costante per SmartMarca. A breve arriveranno finanziamenti per implementarla, così speriamo che venga scaricata da sempre più persone. Noi puntiamo molto anche sul punto informativo di Servigliano, che ben si abbina alla nostra sede sangiorgese”.

Bascioni, ma come sta andando l’estate?

“Visti i presupposti, molto meglio di quanto ci si potesse aspettare. Fino ai primi di giugno le strutture ricettive vivevano nel terrore. Certo, non abbiamo i numeri degli anni passati e qualche mese è stato perso, quindi siamo in difficoltà, ma non nella tragedia. Sperando non ci siano ricadute, confido in una grande ripresa a inizio 2021”.

Marcafermana sarà protagonista anche in autunno – inverno?

“L’idea di Visit Marca, con guide professioniste in azione, con la possibilità di presentare il territorio in più lingue, è proprio per far vivere tutto l’anno i nostri borghi. Sarà la sfida del 2021, ma in fin dei conti bastano poche persone che vogliono visitare un itinerario della provincia e poi chiamare la guida. Noi ci siamo e risponderemo sempre”.

Montagna piena. Se lo aspettava?

“La riscoperta dei luoghi con tanto verde e tanti spazi. E infatti anche gli appartamenti hanno fatto registrare un tutto esaurito rapidamente. Il Covid ha sensibilizzato le persone, che cercano la serenità. Mi auguro che a lungo termine questo possa favorire il ripopolamento delle aree interne, la qualità di vita delle zone montane e collinari è unica. Spero davvero che il coronavirus ci porti a recuperare spazi, usando internet come mezzo per sentirsi connessi”.

Gli itinerari sono 9, tra Valdaso e Valtenna, ogni martedì, mercoledì e giovedì dal 18 agosto al 3 settembre. Le prenotazioni sono già aperte: al numero 0734‐221621 (9‐13), oppure via e-mail: segreteria@marcafermana.com.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram