Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

L'ultimo colpo di Pompozzi: il Louvre chiama MarcaFermana e punta su Euffreducci

8 Gennaio 2020

FERMO – Se ne va Stefano Pompozzi, questa volta per davvero, dalla presidenza di MarcaFermana. Finisce una mini era che ha permesso all’associazione che riunisce enti pubblici e imprese private del Fermano, con l’obiettivo di promuovere il territorio e le sue bellezze, con i conti in ordine. E considerando il buco che aveva trovato basterebbe questo per dire che è stata una presidenza vincente.

Ma non gli bastava a Pompozzi, voleva di più. E così ha creato il mondo delle navette, finanziato dalla regione, che portano i turisti dalla costa ai monti, ha fatto di MarcaFermana un riferimento internazionale con il suo materiale sui tavoli delle principali fiere di settore e ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti.

Il presidente di MarcaFermana Stefano Pompozzi

Il più un importante proprio in chiusura, visto che il 9 gennaio terminerà il suo mandato con l’assemblea che eleggerà il suo successore. Cosa che sarebbe avvenuta già a dicembre se non ci fosse stato un errore formale nelal lista a supporto dell’unico candidato, il sindaco di Belmonte Piceno Ivano Bascioni.

“Ci scrive Suzanne Abou-Kandil, iconografa che si occupa di ricerca immagini e risorse documentarie per il Louvre. Stanno preparando il catalogo della mostra “Le Corps et l’Ame: Italian Sculpture of the Renaissance, from Donatello to Michelangelo (1460-1520)” che si terrà dal 6 maggio al 17 agosto 2020 presso il Louvre e da settembre 2020 a gennaio 2021 al Castello Sforzesco a Milano (LEGGI)” spiega il presidente. Il motivo? Molto semplice. “I curatori della mostra, Marc Bormand, Francesca Tasso and Beatrice Paolozzi Strozzi, ci hanno chiesto la foto del monumento funebre di Ludovico Euffreducci che si trova nella chiesa di San Francesco a Fermo”.

La mostra è realizzata per indagare l’evoluzione della scultura nella seconda metà del Quattrocento e i primi del Cinquecento, a partire da due grandi maestri, Donatello e Michelangelo. “Ci hanno chiesto quell’immagine del monumento perché essenziale per fare una comparazione con una Vergine con bambino del Sansovino presente a Casa Ridolfo Siviero a Firenze poiché la figura centrale è molto simile a quella di Fermo”.

Una grande vetrina per Fermo, visto che il catalogo avrà una tiratura di 4mila copie in francese e duemila in italiano. Una mostra che mette al centro la figura umana tra sculture, dipinti, disegni e incisioni divisi in tre sezioni. Dalla Fury and Grace che si concentra sul movimento del corpo alla Affect and Persuasiveness che si concentra sui lavori più emozionanti fino a From Dionysos to Apollo che studia l’armonia dei corpi e delle emozioni.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram