Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Lo sciopero della C ferma la Fermana. E Lancini cresce

19 Dicembre 2019

FERMO – Di ferma il ‘magic moment della Fermana’. La serie C sciopera. Lo ha deciso il presidente Ghirelli. L’incontro con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri non ha dato le certezze sperate. Sul tavolo il tema della defiscalizzazione, insomma della sostenibilità economica del calcio.

E così per i canarini niente trasferta a Ravenna. Peccato, perché la squadra, come detto dal mister Antonioli, è veramente in forma. La pausa sarà quindi molto più lunga del previsto, ma dal primo gennaio si suderà senza sosta.

Ha così ancora più tempo per proseguire l’ottimo inserimento il difensore Lancini. Arrivato un mese fa “dopo un periodo durissimo che non auguro neppure al mio peggior nemico di trovare. Mi sono allenato al Franciacorta, in serie D, dopo un periodo in Eccellenza vicino a casa. Due mesi intensi con loro. E per fortuna loro”.

Un grande sforzo mentale per non mollare?

“Questo il vero problema, non il corpo. Ho lottato ogni giorno per capire cosa fare e cosa fare di diverso per tornare in campo. Poi è arrivata la Fermana. Volevo la serie C, visto che ho giocato anche in serie B. Pensavo di meritarmela, nonostante l’infortunio di un anno fa”.

È arrivato nel momento più difficile della Fermana, eppure…

“Ero in prova, ma felice. Certo, il clima non era eccelso. Avendolo però vissuto, mi sono adeguato. Ho visto all’inizio una squadra un po’ in difficoltà e impaurita. Poi la svolta mentale, perché la qualità c’era”.

Cosa può dare alla Fermana?

“Un po’ d’esperienza dalla mia carriera. Non sarà facile, perché nel mio ruolo ho Sperotto, un gran bel giocatore. Una concorrenza agguerrita ma sana”.

Da quando è entrato, filotto di risultati. Portafortuna?

“Caso e fortuna, ma da quando sono qua ho visto un cambiamento di tutto il gruppo, che ha saputo reagire”.

Chi ha provocato lo scatto mentale, mister o società?

“Diciamo che entrambi ci hanno dato stimoli per superare il momento negativo”.

Fisicamente in forma, testa pronta. Lancini sempre più protagonista?

“Mi sono allenato anche senza squadra. Poi le partite sono quelle che aumentano la fiducia. E Fano me ne ha data tanta”.

A Gubbio difesa a tre, ruolo inedito?

“Avevamo provato in settimana. Tutta l’estate mi sono allenato da centrale difensivo e non da terzino. Mi è andata bene”.

Qualche compagno le ha detto ‘oh sei forte’.

“Dopo una partita mi ha stupito D’Angelo che è venuto a complimentarsi con me. Lui si è sbilanciato e mi ha fatto piacere”.

Come vedeva la Fermana in passato?
“Una delle squadre più fastidiose incontrate. Le partite erano una guerra e noi, l’abbiamo persa. Una squadra vera. E lo siamo anche ora”.

Raffaele Vitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram