Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

L'illusione dei ristori. I clienti chiedono di rinviare i pagamenti. Fenni: "Negozi di scarpe aperti e senza gente, rimborsi solo alle regioni rosse"

27 Novembre 2020

FERMO – Nel nuovo Dpcm ci sono ristori per i negozi di scarpe. Valentino Fenni, presidente dei calzaturieri di Confindustria Centro Adriatico, servono?

“Lo aspettavamo, ma in realtà è solo per chi è nelle zone rosse, quindi è limitato. Purtroppo il settore moda non è bravissimo a chiedere”.

Quindi è inutile?

“Più che inutile è poco utile. È pur vero che hanno anche ampliato il limite dei 5milioni di euro di fatturato, portandolo a 50, per avere contributi, ma anche qui parliamo di zone rosse e seconda fase di lockdown. L’unica cosa che dovevano fare era darci gli sgravi del 30% sul costo del lavoro come al sud, abbinandosi all'area di crisi. Noi vogliamo lavorare, l'assistenza non può essere la linea vincente".

”.

Risorse per i commercianti, provvedimento monco che non impatta sul distretto fermano-piceno?

“A riceverle sono zone importanti, penso alla Lombardia, ma sarebbe servito più coraggio. Anche perché oggi chi non è in zona rossa non incassa, perché l’invito a stare a casa e la paura vincono, e non ottiene nulla”.

Vi sentite penalizzati?

“Hanno bloccato tutto senza chiudere niente. Hanno tenuto un occhio di riguardo su alcuni settori, ma c’è anche un altro mondo in difficoltà”.

I vostri clienti stanno pagando la merce ricevuta?

“Lo vedremo a fine mese, purtroppo. Già c’è chi mi ha scritto chiedendo una nuova dilazione. Il punto è che noi imprenditori a tanti abbiamo già allungato i tempi di pagamento. E per fortuna che l’estero regge e mantiene gli impegni presi. Ma in Italia il ‘rinvio’ è all’ordine del giorno”.

Cosa si aspetta per Natale?

“Intanto bisognerà capire se riaprono i centri commerciali nei fine settimana. Sto pensando di comprare un aspira foglie per il giardino…Scherzo ma non troppo, quello che spero è che arrivi il 31 dicembre e che il 2021 cambi marcia. Noi continuiamo a investire, a preparare modelli e a cercare di rispondere alle esigenze del mercato, abbiamo accelerato la digitalizzazione, ma serve la normalità, serve la voglia di comprare, serve serenità. Almeno intanto ci dessero i ristori sperati e attesi”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram