Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

L'emergenza come opportunità: l'elpidiense Cooder regala conoscenza e tecnologia per creare e-commerce anti chiusura

26 Marzo 2020

Iniziativa dell'azienda specializzata nel mondo del web: il target sono i piccoli, dalle pizzerie alle parafarmacie. Si può essere online in pochi giorni.

di Raffaele Vitali

FERMO – Quante volte i piccoli imprenditori, i titolari di negozi e gli artigiani hanno detto la frase: “ah, se potessi vendere online, ma come faccio, non ho le risorse e la conoscenza”. La scusa non regge più: da oggi si può. Tre giovani imprenditori hanno deciso di mettere a disposizione, gratuitamente, il loro know how che gli ha permesso di passare da tre amici esperti che lavorano insieme ad azienda con 15 dipendenti, la Cooder. Core business nel mondo del fashion e del food, ma le fette di mercato sono tante.

Nove anni di attività per l’agenzia di Porto Sant’Elpidio che sviluppa e-commerce e business tramite marketing online. Tre fondatori, Enrico Zoli, Alessandro Scavella e Paolo Ciminari, un responsabile comunicazione e marketing, Federico Giampieri, e poi Maria Chiara Pacini e tanti altri. Perché oggi Cooder conta uno staff di 15 persone destinate a diventare oltre 40 al termine di questo periodo di emergenza sanitaria grazie all’accordo con un’altra società veneta.

“Conosciamo bene le difficoltà del momento, segnata dal Coronavirus, sappiamo che ci sono piccole realtà che si stanno barcamenando per portare a termine ordini, dai ristoranti alle farmacie, quel mondo di semi aperto, che può puntare sul delivery” spiega Giampieri.

Da qui l’idea. “Forniremo a tutte queste aziende un avanzamento tecnologico. Una consulenza gratuita a chi vuole approcciare il digitale, dando supporto per la creazione di un e-commerce per il delivery, per le consegne a domicilio” ribadisce Zoli.

Il sistema è semplice. Si parte dalla piattaforma Shopify, molto semplice e intuitiva, nata per i piccoli business per poi arrivare a grandi player. “Veloce, fluida e con caratteristiche che possono aiutare le Pmi. Cooder è partner certificato di questa piattaforma che per 90 giorni e non i canonici 14 la piattaforma sarà gratuita. Questo consente a chi vuole provare di avere tre mesi di piattaforma digitale, che poi in sé costa 30 dollari al mese” prosegue Giampieri.

Per l’attività il vantaggio è duplice: da un lato l’ingresso nell’e-commerce, dall’altro la possibilità di evitare pagamenti fisici, potendo aprire un conto paypal: “Tutte le aziende che portano a casa materiale da asporto, al momento, ricevano pagamenti in contrassegno, cash a mano. Con un e-commerce e la possibilità di effettuare pagamenti online, si bypasserebbe un ulteriore contatto fisico”.

L’occasione è vera: ci può provare chi non ci ha mai pensato o non ha mai avuto tempo di provare la strada del web. “90 giorni – spiegano i soci – sono un tempo giusto per capire la potenzialità per il proprio business. Di certo intanto si migliora il servizio”.

Il target perfetto sono i piccoli: il ristorante, il pub, chi si sta organizzando per distribuire beni di prima necessità. “La piattaforma può abbracciare qualsiasi categoria, ma siccome l’obiettivo è puntare sulla delivery è pensato per supportare in modo veloce chi oggi deve organizzarsi. Penso al pizzaiolo che risponde mentre cucina, penso al contadino con la piccola azienda agricola, alla parafarmacia con le vitamine” aggiunge Zoli. “Non pensiamo a un e-commerce per tutta Italia al momento, non c’è neppure il tempo tecnico per organizzarlo. Ma se dovesse funzionare a livello locale poi, tra 90 giorni, magari un imprenditore deciderà di allargare il mercato e allora si vedrà quello che è necessario per rifornire un territorio più ampio” ribadisce Scavella.

D'altronde non manca il know how al mondo di Cooder: “Non lavoriamo tanto nelle Marche, principalmente nel nord Italia e all’estero. Abbiamo conoscenze e tecnologie che ora mettiamo a disposizione dei piccoli per garantire le consegne senza aumentare i costi e al contempo creare una base per il futuro”. Per entrare nella rete di Cooder e di Shopify non resta che cliccare questo link e compilare il form. “Il tempo necessario per essere online? Serve un account paypal e poi il nostro lavoro che va dai tre ai quattro giorni. Questo per la singola attività o, meglio ancora, con una rete di aziende: pensiamo ai piccoli comuni dove magari ci sono tre pizzerie e potrebbero attivare una piattaforma comune. per questo – concludono – stiamo parlando anche con le associazioni di categoria offrendo lo stesso supporto, in maniera completamente gratuita”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram