Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Le famiglie fanno squadra. Comitato sicurezza e gruppo WhatsApp per difendere i figli. "Basta violenza sulla costa fermana"

7 Luglio 2024

PORTO SAN GIORGIO – Non è bastata la firma al nuovo protocollo voluto dalla Prefettura di Fermo a fermare le mamme. Ma sarebbe meglio dire i genitori di Porto San Giorgio, Fermo e Porto Sant’Elpidio.

È nato il gruppo whatsapp ‘Comitato Famiglie Sicurezza’, basta iscriversi al +393758873064 o mandare una mail a comitatosicurezza.psg@gmail.com: “Siamo preoccupate per l'allarme violenza sulla costa Fermana. Vogliamo essere un luogo dove raccogliere idee, segnalazioni di episodi, possibilità per unire la voce di tutti, organizzare momenti di incontro e provare a riportare lungo la costa la serenità e la spensieratezza che questo nostro tempo deve avere” spiegano.

Chi ne fa parte ha una certezza, non vuole rivivere il 30 luglio 2023, quando una madre venne chiamata perché il figlio “il mio bellissimo ragazzo, bravo, studioso e sportivo, era riverso lì, pallido e disteso, imbrattato dal suo stesso sangue, colpito al fianco da qualcuno che nella vita ha come unico obiettivo quello di distruggere. Accoltellato, chissà perché, da qualcuno che quando la sera esce di casa pensa di portare con sé anche un coltello” è il racconto della madre all’interno del gruppo.

Il timore è crescente perché ormai il pericolo non è solo per ‘i figli grandi che escono la sera’. Il problema  diventa collettivo. Non sono pochi gli anziani che lamentano violenze verbali e a volte anche fisiche di gruppi di ragazzi, quasi sempre minorenni, un mix di nordafricani e di ragazzi del posto, italiani di prima generazione.

“L'idea è quella di dare un supporto alle forze dell'ordine nel garantire protezione. Dobbiamo unirci per far sì che il diritto alla sicurezza, nostra ma soprattutto dei nostri figli, venga tutelato dagli organi preposti a tal fine” aggiungono i promotori. “Ci uniamo per garantire la massima sicurezza dei nostri figli”. Anche qui, nessun’idea di ronde, ma la volontà di collaborare con chi l'ordine lo deve far rispettare, che sia il prefetto o il questore.

“L’estate deve essere il periodo della spensieratezza della giovane età. Ora vigileremo anche noi” concludono.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram