Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

La montagna investe nel lago di Gerosa: kayak e idrovolanti tra nuovi sentieri e un osservatorio astronomico

26 Luglio 2021

Cinque interventi per rendere il lago di Gerosa una destinazione sempre più da vivere e godere. Nella sede dell'Unione Montana del Tronto e Valfluvione, sono stati presentati i progetti per valorizzare il lago.

Del milione di euro di investimento del Piano di sviluppo rurale 2014-2020, 297.205,06 euro serviranno per realizzare a Montemonaco un'area attrezzata dedicata alle mountain bike, con infopoint, servizi igienici e parcheggi, 287.523,90 per aree attrezzate picnic con giochi, postazioni barbecue, servizi igienici e chiosco con punto vendita a Montemonaco e Comunanza.

Poi, 122.142,21 per un parco avventura per bambini a Comunanza, 222.022,50 per due pontili per l'attracco di idrovolanti, canoe e kayak con ufficio con postazione radio e servizi igienici a Comunanza e Montemonaco, 76.344,92 per un osservatorio astronomico e il ripristino di un sentiero di collegamento tra il lago e la frazione Propezzano di Montegallo. Punto di partenza del progetto è l’accordo di programma tra la Regione, i Comuni di Comunanza, Montemonaco, Montefortino e Montegallo, l'Unione Montana dei Monti Sibillini, l'Unione Montana del Tronto e Valfluvione, la Camera di Commercio delle Marche e il Bim Tronto.

«Il lago di Gerosa – spiega Giuseppe Amici, presidente dell'Unione Montana del Tronto e Valfluvione, capofila del progetto – è un'attrattiva per il territorio. Il Consorzio di Bonifica ha fatto i progetti e capito subito le grandi potenzialità di quella zona».

«Il lago di Gerosa – il commento del presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche, Claudio Netti – è della comunità. La forza attrattiva di un lago è molto forte ed è importante che lo sia per tutto il territorio. Questo vuol dire anche farlo essere meno “provinciale”, mettendo in campo una visione più allargata della fruizione turistica». «Un progetto che sembrava difficilissimo – per il sindaco di Comunanza, Alvaro Cesaroni – perché andavano messi insieme tanti Comuni. Questo significa che le zone dell'entroterra possono salvarsi».

Per il sindaco di Montegallo e presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Sergio Fabiani, «si tratta di una svolta per le aree interne». Presenti anche il sindaco di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, e la consigliera di Montemonaco, Fiorella Tizi, che si sono detti soddisfatti per «un progetto importante». «È stata creata una rete importante – la chiosa del presidente del Bim Tronto, Luigi Contisciani –, il nostro ruolo è investire sulla promozione del territorio del lago».

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram