Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La lezione di Falerone, la città che legge: "Nasce la biblioteca virtuale"

25 Gennaio 2020

di Raffaele Vitali

FALERONE – “La lettura come mezzo per il benessere della società”. Falerone, vincendo un bando del Mibact, diventerà ancora di più il paese dei libri. “Un bando che cambierà Falerone e che di certo dà una impronta al futuro delle nuove generazioni. “Da due anni siamo ‘città che legge’, unico paese delle Marche con meno di cinquemila abitanti” sottolinea il sindaco Armando Altini.

‘Racconti dal passato, scoprire la storia del territorio attraverso la lettura’ è il titolo del bando. “Siamo da sempre molto protesi verso la promozione della lettura, sia tra i bambini sia tra gli adulti. Numerose le manifestazioni, siamo arrivati alla 12esima edizione della Settimana del libro per ragazzi”. Vincere il bando ha significato incassa un contributo di diecimila euro, linfa per un paese che investe e non si è mai fermato dopo le scosse che l'hanno ferito nel 2016. “Una delle iniziative più importanti è la biblioteca virtuale”.

Nel progetto entra Maria Teresa Quintozzi, assessore all’Istruzione: “Il bando era diviso per fasce di popolazione, siamo arrivati quinti in Italia con 86 punti su 100: nove i progetti premiati in tutto nella nostra fascia”. Il progetto dura un anno, ma l’obiettivo è che sia un periodo che permette di consolidare le iniziative. Falerone da anni investe sui più piccoli, con il bando la lettura arriverà anche a chi frequenta le Superiori, entrando in luoghi particolari, dal centro storico al teatro romano, dal San paolino alla casetta donata dal Rotary”.

Le attività coinvolgeranno anche gli anziani e gli ospiti della comunità protetta di Piane di Falerone e i ragazzi dell’Anffas. “Priorità è creare la biblioteca diffusa. Lo spazio previsto è inagibile, da qui l’idea di una biblioteca virtuale con le famiglie che mettono a disposizione dei libri all’interno di un elenco a cui la popolazione può attingere”. Tecnicamente verrà creato un sito internet dedicato, le famiglie inseriranno i loro libri, chi vorrà leggerne uno farà richiesta e poi ritirerà il libro in Comune.

Confermati i laboratori di lettura e le letture bendate per favorire l’ascolto e la fantasia dei più piccoli, incontri con gli autori, obiettivo uno al mese, e reading corner dentro gli esercizi commerciali. Novità sono gli apertivi letterari, i ‘leggi e bevi’, e i vicoli raccontano, partendo da quelli dedicati a personaggi che hanno contribuito a far crescere Falerone. “In estate settimane di lettura al teatro romano in collaborazione con l’Amat per avere attori di rilievo che leggono” aggiunge l’assessora che immagina anche letture sotto le stelle a San Paolino. Confermata ‘Ottobre piovono libri’ e ‘Scrittori in erba’ in autunno con un concorso che come premio avrà libri.

L’altra novità è il nascente gruppo di mini guide realizzato con l’Isc: “I turisti accolti da mini gruide con le pettorine sentiranno davvero il peso che la cultura ha questo paese. Il modello delle Giornate del fai. Vogliamo investire nei nostri giovani, anche a livello di Consiglio comunale per ragazzi a cui daremo la delega dell’Ambiente” annuncia il sindaco, affiancato dalla vice Liberati e dall'assessore Stortoni, che senza problemi è pronto aa aggiungere ulteriori risorse se non basterà il contributo ministeriale: “Vogliamo far conoscere la cultura, vogliamo integrare i ragazzi diversamente abili, vogliamo superare le barriere linguistiche e culturali. Vogliamo e faremo”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram