Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La Fim non paga l'Ici, il caso finisce in Cassazione. Il Comune si affida a un legale di Trani

20 Gennaio 2020

PORTO SANT’ELPIDIO – La Fim non vuole pagare l’Ici, il Comune vuole invece la soma che ritiene dovuta. E così si va avanti da tre anni, da un tribunale all’altro. La società ha perso le prime battaglie, ma ancora non la guerra. Da qui la decisione di andare fino in Cassazione, decisione notificata all’Amministrazione elpidiense il 31 dicembre.

Il Comune, forte delle sentenze favorevoli precedenti, ma non definitive, non arretra e così la Giunta ha deliberato (LEGGI L'ATTO) il mandato per costituirsi in giudizio e contrastare il ricorso contro la sentenza 408 della Commissione tributaria di Ancona, che seguiva quella della Commissione tributaria di Ascoli. In Cassazione non andrà l’avvocato del comune Catia Torresi, non essendo Cassazionista, da qui la scelta di un altro avvocato tributarista. “Sono arrivate quattro offerte e la migliore è risultata quella dell’avvocato Sebastiano de Feudis del foro di Trani”. La Giunta ha poi deliberato i 3.772 euro di spesa come da preventivo dell’avvocato.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram