Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Intervista al prefetto Filippi. "Locali chiusi all'una, giovani in strada, credito e infiltrazioni: vigliamo su tutto"

2 Giugno 2020

di Raffaele Vitali

Prefetto Vincenza Filippi, domani riaprono i confini tra le regioni. I controlli nel Fermano sono pronti?

“Nessuna forma vessatoria, sia chiaro. Il compito primario è far rispettare le regole proprio per garantire la mobilità”.

Come sta reagendo il territorio?

“Le Marche si sono dimostrate una regione virtuosa. Siamo partiti male, con numeri di contagio elevati e poi siamo diventati i primi della classe. E questo per i controlli e per la serietà delle persone”.

Prefetto, cosa la preoccupa nel Fermano?

“Il quadro economico. Nei prossimi giorni ci ritroveremo di novo insieme ad associazioni di categoria e banche. Voglio capire come sta procedendo l’accesso al credito, tassello fondamentale per evitare infiltrazioni criminali e ridurre le fragilità sociali”.

Segnali negativi ne ha avuti?

“Siamo sempre in allerta, l’ascolto di imprese e sindacati è continuo, oltre che dei sindaci”.

Lei ha fatto ‘rumore’ con la decisione presa insieme coni sindaci di chiudere i locali all’una. Confermerà il provvedimento?

Il questore Soricelli e il prefetto Filippi

“Quella dell’orario è stata una decisione presa in questo lungo ponte per garantire sicurezza. Ora ci confronteremo, è una scelta che va riattenzionata. In settimana con i sindaci decideremo la strategia migliore per abbinare il sostegno al tessuto economico e il rispetto delle regole. Noi vogliamo supportare ristoranti, alberghi e chalet, ma ognuno deve fare la sua parte”.

Prefetto, lei spesso parla ai giovani. Sono loro al centro delle critiche, è il loro modo per far sapere che ci sono visto che si è parlato per tre mesi solo dei lavoratori?

“I ragazzi sono rimasti chiusi in casa, con la famiglia e senza scuola, intesa come momento di relazione. È inevitabile che abbiamo ripreso la loro vita in modo ‘allegro’. Inevitabile, ma non per questo accettabile negli eccessi. Le istituzioni locali, la famiglia e i gestori dei locali devono essere bravi a limitarli”.

Ma da domani i controlli cambieranno?

“Non in modo particolare, immaginiamo che pian piano aumenteranno i flussi, ma noi siamo pronti, la sicurezza è stata pianificata”.

Più compiti, più uomini? Arriveranno i rinforzi dentro e fuori dalla prefettura? “Il lockdown ha interessato tutto. Quello che mi auguro, e sono ottimista, è che arrivi personale per la Polizia. Nel mentre che attendiamo, andiamo avanti e vigiliamo senza vessare, anzi”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram