Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il treno arriva in pullman fino a Fermo: biglietto unico e sempre più corse

6 Dicembre 2019

FERMO – Col treno fino a Porto San Giorgio e poi, dopo venti metri di cammino l’autobus pronto a partire per raggiungere Fermo. Un servizio già in funzione che però da oggi viene potenziato e messo a sistema: è nato Fermo Link. Dall’esperienza di Ancona, dove gli universitari scendono dal treno e raggiungono Ingegneria senza fatica (Politecnica Link), Trenitalia ha coinvolto la Trasfer e il suo braccio operativo Steat per bissare nel Fermano. “Con un unico biglietto, treno + bus, già acquistabile, aggiungiamo un’altra tessera al mosaico dell’integrazione modale tra i vari vettori di trasporto nelle Marche. Un passo avanti nel civismo ambientale e nel servizio al cittadino” sottolinea il direttore regionale Trenitalia, Fausto Del Rosso. Che però non apre alla possibilità di vedere le Frecce fermarsi nella stazione fermana.

Non ha esitato la Steat, che da tempo ha dotato il capoluogo della sua ‘metropolitana di superficie’, un collegamento ogni venti minuti che permette alla costa di raggiungere il capoluogo, nel dire sì al progetto e nell’investire risorse e organizzazione, oltre ad aver griffato un pullman con il rosso Trenitalia. “Affineremo ancora di più il servizio, legando ancora meglio il tempo di partenza all’arrivo dei treni. Per noi è un riconoscimento di quanto avviato” aggiunge il presidente Fabiano Alessandrini.

In previsione saranno 103 i bus a disposizione di chi parte ogni giorno dalla stazione ferroviaria sangiorgese e vuole raggiungere il Terminal Mario Dondero. “I tempi di interscambio saranno sempre migliori. Per l’utente significa meno stress e anche più consapevolezza nel non voler inquinare” ribadiscono i protagonisti.

Chi incassa il servizio è il sindaco Paolo Calcinaro. Che entra così anche nei motori di ricerca di Trenitalia, visto che si potrà comprare un biglietto, per fare un esempio, che collega Senigallia a Fermo, senza bisogno di scendere poi in strada prima di prendere l’autobus. “Un ulteriore tassello per una città che vuole essere sempre più attrattiva e funzionale”.

Una buona cartolina da spendere anche a livello turistico, un modo per diventare attrattivi anche per chi si muove in treno. Un ruolo importante l’ha giocato l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, che proprio pochi giorni fa con il presidente Ceriscioli ha firmato il nuovo accordo con Trenitalia: “Un contratto che, oltre a prevedere un importante processo di efficientamento, presenta un impatto straordinario sulla mobilità regionale sia in termini di servizi, con più di 700 milioni di euro di corrispettivi nel periodo, sia in termini di investimenti, con 200 milioni di nuovo materiale rotabile, dei quali 37 provenienti dal bilancio regionale  – dichiara con soddisfazione Sciapichetti -  Il nuovo accordo consente l’ammodernamento di tutto il parco mezzi regionale, migliorando la qualità del servizio rispetto a puntualità, affidabilità, regolarità, rumorosità e possibilità di accesso a utenti con ridotta mobilità. Tra l’altro avremo nuovi treni dotati di wi-fi”. E tutti questi, con il biglietto integrato, è come se arrivassero a Fermo. E resto anche in altri comuni lontani dalla costa, perché il piano ‘link’ è solo agli inizi.

@raffaelevitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram