Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il Tar dà ragione al Governo: sospesa l'ordinanza di Ceriscioli

27 Febbraio 2020

FERMO – Il Governo incassa il primo round. Il Tar delle Marche, con decreto urgente del suo presidente, ha sospeso in via cautelare l'ordinanza con la quale la Regione aveva disposto la chiusura di scuole, musei, e inibito tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura sino alle ore 24 del 4 marzo prossimo al fine di contrastare la diffusione del coronavirus.

Nel decreto presidenziale si parla di assenza, al momento di emissione dell'ordinanza regionale, casi accertati di contagio nelle Marche, ma solo rischi relativi alla prossimità del territorio marchigiano con la regione Emilia Romagna in cui erano stati rilevati casi confermati di contagio da COVID-19. 

Il Tar ha contestato anche la linea difensiva della regione relativa al "diverso trattamento rispetto alla regione Liguria" in quanto "ha valenza politica e non giuridica".

Non solo. “Tali misure non possono essere altrettanto invasive, sia per intensità sia per latitudine, rispetto a quelle giustificate dalla presenza di un focolaio di infezione: in altri termini, la possibilità di adottare misure 'ulteriori' va, in via sistematica, riferita ad interventi che comportino un sacrificio minore delle libertà individuali" è uno dei passaggi del decreto presidenziale del Tar delle Marche.

Ora Ceriscioli potrebbe emettere un'altra ordinanza avendo casi certificati, diversamente da quando ha firmato il primo atto.

La discussione nel merito si terrà il 4 marzo

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram