Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il punto. Calcinaro: "Non inventiamoci piccoli scienziati. Ecco come Fermo reagirà"

30 Aprile 2020

di Raffaele Vitali

FERMO – Fermo oggi e Fermo domani. Cosa accadrà? Il punto del sindaco Paolo Calcinaro parte dalle guarigioni e dal calo del numero dei positivi: “Ma parliamo di un virus totalmente sconosciuto che ha bisogno di tanto tempo, ben più dei 15 giorni previsti dalla fine dei sintomi per sentirsi guariti”. Il sindaco riconosce il merito di Asur e popolazione: “Solo che è un numero ‘drogato’ dagli effetti del lockdown. La città ha risposto dopo una iniziale difficoltà (numerosi i rimproveri del sindaco, ndr) e che spero continui a rispondere al meglio”.

Vigilare sempre

Per Fermo il 4 significa ripartenza dei cantieri, il ritorno dei lavori pubblici: “Mentre poche sono le novità per le persone”. Si riparte, ma grande attenzione e anche nessun problema a reagire di nuovo con forza: “Ho la finestra sula rotonda di Ciccolini e mi rendo conto del movimento. Un giorno mi sono infuriato, ma non mi sento uno sceriffo. Non credo che si debba usare il ‘pugno duro’, tutti soffriamo: l’importante è il risultato che raggiungeremo anche con la vigilanza per fermare il menefreghista”.

Fermo riapre i parchi pubblici, ma esclude i giochi per legge “ma se qualcuno abuserà sono pronto con l’ordinanza a chiudere di nuovo tutto”. Vuole dare anche speranza il sindaco: “Credo che presto lo sport di gruppo all’aperto dovrà ripartire. E quando sarà metteremo a disposizione gli impianti comunali per allenarsi fuori dalle palestre”.

Mascherine

Perché non mascherine a ogni cittadino? “Darla a ognuno non ha utilità concreta, è più un atto simbolico. Noi stiamo dando anche dieci mascherine a chi ha davvero bisogno. Basta chiamare la protezione civile, così come le abbiamo date alle duemila famiglie che hanno richiesto il bonus alimentare. Il tutto a tutti non lo vedo come qualcosa di costruttivo. Preferisco dare di più a chi è in difficoltà”. Nonostante ciò, il Comune ha acquistato 15mila mascherine che verranno distribuite nella prima decade di maggio agli over 70enni, due a testa: “Sono i più a rischio e magari anche più difficoltà di spostamento. Fermo restando che chi ha reale bisogno può sempre chiederle”. A distribuirle saranno i volontari in giallo ma anche le contrade di Fermo che sanno muoversi al meglio nei quartieri.

L’estate

Si lavora sul presente. “Sulla Cavalcata stiamo attendendo linee guida nazionali. Non per forza si deve fare una manifestazione. Il mare? Un po’ di movimento ci sarà. I fermani non partiranno. Quello che chiediamo è almeno un abbattimento reale dei movimenti regionali, per far sì che tutte le aree interne possano arrivare sulla costa, e viceversa. Sappiamo che non ci sarà mercato estero, dobbiamo recuperare i nostri”.

Aprire prima

 “Il presidente ha preso una posizione molto equilibrata per parrucchiere e commercianti. Se ci sono le condizioni per rispettare la salute pubblica è importante anche un segno, perché questo sarebbe un anticipo di una o due settimane. Sono in linea con il presidente. Per quanto riguarda gli aiuti, con l’estensione del suolo pubblico abbiamo fatto un primo passo. Poi andremo a prendere altre deroghe, come quella all’arredamento urbano. Nessun ristoratore mi ha portato le chiavi, ma è come se le avessi qui con me. Noi abbiamo puntato molto sul food, per cui siamo molto sensibili al settore”.

Tasse locali

“Abbiamo bisogno di un chiarimento da parte dello stato: cosa possiamo fare? se no ci dicono come ci sosterranno, non possiamo dire come sosterremo i nostri cittadini. Abbiamo un calo di introiti decisivi per un bilancio. Non è facile per lo Stato, ma devono darci risposte”.

Le scuole

“A settembre alla Betti? Qualche dubbio c’è, ma sono convinto ancora che ce la faremo perché i tempi ci sono. Da lunedì iniziano le opere di urbanizzazione, ma se poi piove sempre andiamo in difficoltà. la scuola non è realizzata, ma i lavori vanno avanti. E per quanto riguarda gli spazi a settembre ancora non abbiamo indicazioni su come gestire aule e luoghi. Siamo in attesa dai turni in mensa agli ingressi. Avevamo stanziato 40mila euro per mettere in ordine i parchi delle Materne, qualcosa faremo ma non è la soluzione perché non tutte le scuole hanno spazi adeguati. E sempre torniamo alle risorse, devono darci indirizzi e una chiusura netta del conto economico”.

Test sierologici

“Sono decisioni per i tecnici. Se sono validi si fanno, ricordiamo che poi andrebbero abbinati ai tamponi, come dice la Regione. Molte aziende agiranno in maniera privata, se escono i positivi allora subito saranno mandati a tampone: se ci sarà un protocollo di questo tipo, validato, sono a favore. Non rincorro chi fa: devono esserci certezze, il pubblico deve muoversi con azioni accreditate salvo emergenze. Non inventiamoci piccoli scienziati ed evitiamo annunci”.

Il ‘nuovo’ Ceriscioli

“Sono stupito. Devo dire che quello che ha molto pesato è stata l’autonomia. Quello che è mancato al tempo del sisma, il cambio continuo dei colori di Governo lo aveva frenato. In questo caso ho notato autonomia di pensiero, capacità di confronto con i sindaci e di azione. Se c’è una cosa che rimarrà dopo la pandemia sono le videoconferenze, che hanno portato partecipazione maggiore”.

Il voto rinviato. Cosa cambia?

“Intanto devono consentirci di fare i sindaci. Sapere le linee dello Stato per il prossimo anno non è indifferente. Devo capire se farò il sindaco o l'esattore di tributi senza margini di manovra e visione. Dobbiamo continuare a sentirci sindaci, ma ammetto che non sto minimamente pensando alle elezioni a differenza di qualcuno. È così tanto stravolgente ritrovarsi sempre aa ricostruire è tosta, sarebbe la terza volta. E invece avevo progettato una città che sarebbe andata avanti con il pilota automatico”.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram