Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il mondo dei diritti perde uno dei suoi simboli: addio a Gabriele Coccia, anima dell'Anmil

26 Maggio 2020

FERMO – Nulla sarà più come prima. Di certo per il mondo dell’Anmil, per chi ogni giorno lotta per i diritti di chi è stato colpito da gravi infortuni. Nulla sarà più come prima almeno nel Fermano, perché da ieri sera non c’è più Gabriele Coccia. Volto e mente dell’associazione che rappresenta i mutilati e invalidi del lavoro.

Per il suo erede Marcello Luciani, Coccia aveva lasciato la guida della sezione pochi mesi fa, giusto il tempo di ambientarsi, di imparare qualcosa in più dal battagliero presidente prima di trovarsi orfano. Coccia se ne è andato senza fare rumore, lui che era in grado di sorridere e scherzare su tutto, tranne che sui diritti che voleva vedere riconciati a chi al lavoro aveva dato ben più dell’impegno.

Increduli i tanti associati, dentro e fuori dalle Marche, perché coccia, nominato presidente onorario dopo il passaggio a Marcello Luciani, era un riferimento per tutti. del resto aveva scalato ogni posizione dentro l’Anmil dal 1979, quando entrò nel consiglio provinciale dell’Anmil di Ascoli Piceno. Poi consigliere nazionale e artefice dell’apertura della sezione di Fermo.

“Cinquant’anni di attività in cui – lo ricorda Luciani - ha accompagnato l’associazione nei tanti cambiamenti, dalle lotte in piazza alla costruzione di un rapporto di dialogo con l’Inail e la politica. Scompare un grande presidente e un grande uomo”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram