Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il dono e l'impegno, Rotary e Perlasca incantano i giovani (video)

31 Gennaio 2020

FALERONE – La casetta donata dal Rotary è pronta, luccica e ha già al suo interno seggiole e un tavolo. “Però manca un bagno” sottolinea uno degli anziani presenti all’inaugurazione. E chissà che a questo non rimedi il Comune prossimamente. Ma intanto il luogo c’è. L’odore di legno è ancora forte, ma quello passerà con il tempo. Non è grande, ma per una partita a carte o un pomeriggio di lettura è perfetta.

All’interno dominano i maxi pannelli con i progetti realizzati dagli alunni dell’Artistico a cui era stato chiesto di pensare un’area di accoglienza per i visitatori del teatro romano. Si sono davvero impegnati i giovani ‘architetti’ del futuro. Anche se è difficile immaginare la realizzazione di uno di quei progetti, visionari quanto affascinanti, un mix tra la nuvola di Fuksas a Roma e angoli metropolitani pieni di vetrate e strutture curvilinee. Ma se non si sogna a 18 anni, quando?

In prima fila prefetto, comandante dei carabinieri della compagnia di Montegiorgio e maresciallo di Falerone, la preside dell’Isc e Stefania Scatasta, anima del Rotary e preside dell’Ipsia. “Inauguriamo un centro di incontri per bambini, giovani e soprattutto anziani. Lo stesso Rotary lo userà come punto di dialogo con la cittadinanza” spiega il sindaco Armando Altini che ha dovuto scegliere Piane di Falerone per la casetta non avendo spazi pronti in centro, nella parte alta e più colpita dal sisma.

La casetta si abbina al ricordo di Giorgio Perlasca, che verrà ricordato, su iniziativa della preside Scatasta, con una pianta. “Dobbiamo ricordare chi ha sacrificato parte della propria vita, rischiando, per salvare degli ebrei. Una figura, quella di Perlasca, che è rimasta nell’ombra per tanti anni e che invece va ricordata e conosciuta. Il campo di Servigliano ci aiuta a ricordare quello che è avvenuto, lo smistamento degli ebrei prima della deportazione. Tutti dobbiamo tramandare la memoria di quello che è successo e di quello che accade ogni giorno”.

Il prefetto Filippi punta sull’etica e il dono: “Due momenti che si incrociano. Il dono e l’impegno del rotary e l’etica di Perlasca con i bambini, qui vicino a noi, con il loro cuore che deve aprirsi al mondo ben guidato dalle maestre che meriterebbero retribuzioni maggiori”. Quello che il prefetto si augura è che il dono venga custodito dalla comunità.

La sinergia funziona, pubblico e privato possono parlare la stessa lingua se c’è chi “crede che sia più bello donare che ricevere” ribadisce la presidente Scatasta. “Stiamo vivendo la giornata che volevamo: con il sole, con i bambini che cantano l’inno d’Italia, momenti che ti fanno capire che il volontariato ha senso perché ha il futuro come obiettivo”. Suonano gli alunni della scuola, chi la tromba, chi la chitarra e poi cantano. Infine, la pianta per ricordare il ‘Giusto’ Giorgio Perlasca con le parole toccanti del figlio (video)

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram