Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il basket prova a sorridere: il Papa incontra la Nba, Pesaro si riscopre vincente e Pancotto continua a crescere

23 Novembre 2020

Chissà che non sia la svolta per il basket. Che ha davvero bisogno di un aiuto dall’alto per uscire dal suo angolo. Un angolo fatto di scarsa visibilità sui media, dalla tv ai giornali, fatto di scarsa programmazione, fatto di poco appeal sui social, come confermato da uno studio di Sandro Giorgetti ripreso dal Sole 24 Ore.

Ma è anche un angolo pieno di passione che superai confini grazie alla Nba e che si riaccende con i risultati domenicali delle varie squadre. Soprattutto nelle Marche dove la Vl Pesaro sta vivendo la stagione che i tifosi sognano da almeno un decennio, una di quelle caratterizzate da vittorie in serie. E dove brillano gli autoctoni, da Pancotto a Pajola passando per Polonara.

In questo contesto si inserisce Papa Francesco che ha ricevuto in udienza privata una delegazione della National Basketball Players Association, il sindacato dei giocatori Nba che ha alzato la voce per i diritti umani in America durante la stagione vissuta nella bolla. A guidarla il bolognese Marco Belinelli, seguito da Sterling Brown, Kyle Korver, Jonathan Isaac e Anthony Tolliver. Per il Papa argentino, cresciuto come tanti del suo paese tra pallone e palla a spicchi, un momento di serenità, per il mondo del basket una benedizione speciale.

Che di certo non serve all’Olimpia Milano, sempre più prima con 18 punti dopo aver agevolmente superato anche l'Umana Reyer Venezia. Resta in scia la sorpresa della stagione, l'Happy Casa Brindisi che batte Brescia (74-71). E così l’ex Sutor Luca Vitali rimane ancorata al penultimo posto, appena davanti alla Fortitudo, schiacciata dalla Virtus nel derby di Bologna silente e triste come non mai, illuminato da un assist al bacio di Milos Teodosic.

Bene la Cantù di coach Cesare Pancotto. Il sangiorgese sta pian piano vedendo crescere la sua compagine, che con un po’ di fatica batte Roma, portando i brinaoli a quota sei con un paio di gare da recuperare dopo lo stop per Covid.

Ma chi davvero sta stupendo è Pesaro con il suo super capitano Carlos Delfino e soprattutto coach Repesa che, come Pancotto in Lombardia, ha dato un’anima alla Vuelle, punti fermi al gioco e soprattutto attitudine difensiva. Che non è solo schemi, ma grinta e concentrazione, quella che se manca l’allenatore è capace di imprimere anche con la forza, di certo delle urla che non mancano mai quando si alza dalla panchina. Terza inclassifica e una piazza che torna a riempire i blog di commenti entusiasti, peccato però che tutto sia virtuaale visto che il palasport resta desolatamente vuoto per motivi di sicurezza (foto Vatican Media).

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram