Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ha sconfitto il drago e la peste: "La nuova sfida di San Giorgio è il Coronavirus"

23 Aprile 2020

Due città lontane Montegiorgio e Porto San Giorgio, ma unite dallo stesso patrono, il cavaliere che sconfisse il drago, che oggi potrebbe avere il volto del coronavirus.

Un giorno di festa intima, senza processioni, ma con gesti di fede. “Le manifestazioni religiose senza popolo sono qualcosa di irreale e spero di irripetibile” sottolinea il sindaco Nicola Loira. “Ciò che resta intatto è il senso più autentico che la festa del Patrono rappresenta per ognuno di noi. Il Santo che da sempre è invocato contro la peste” aggiunge il primo cittadino di Montegiorgio, Miche Ortenzi.

Quando don Mario Lusek, in cima alla scalinata della chiesa di San Giorgio, alza la statua che lo raffigura tutti si sentono un po’ più protetti. “Aiutaci a dare messaggi di speranza” ribadisce il monsignore. “San Giogo, intercedi verso Dio per attraversare questo lungo tunnel che siamo affrontando. Proteggi i ricercatori, consola gli afflitti fa che l’umanità possa uscire più attenta alla reciprocità e più unita al dio dell’amore. Questa è la supplica che il popolo ti rivolge, san Giorgio martire”.

Una festa in “isolamento forzato. Siamo tristi per la solitudine degli anziani, dei vedovi, delle persone sole e bisognose. Siamo tristi per i medici e gli infermieri i soccorritori che si ammalano per aiutare i contagiati siamo tristi per coloro che non sono qui tra noi e sono morti senza la vicinanza dei propri cari. Ma ancora di più siamo attraversati dalla paura per un virus dal quale nessuno è immune. Mette a repentaglio i contatti tra le persone e avvolge di pericolo le cose che tocchiamo e ‘aria che respiriamo. Aiutaci San Giorgio a trasformare la paura in riflessione. Dacci umiltà contro il nostro orgoglio e presunzione e dacci prudenza e collaborazione oltre alla responsabilità. ma anche creatività per vivere in modo diverso e fecondo il tempo libero. E infine ti chiedo fratellanza e spiritualità” ribadisce Loira.

“Mi piace pensare che San Giorgio sia qui, in mezzo a noi, per proteggerci e sostenerci contro questa “peste” che ci ha così profondamente colpito. Penso ai tanti che, seguendo l’esempio del nostro patrono, sono saliti a cavallo spesso senza “armatura” per combattere questo drago pericoloso: medici, patologi, infermieri, operatori socio sanitari, addetti alle pulizie degli ospedali, delle strutture residenziali, delle case di riposo” ribadisce Ortenzi.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram