Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Giro d'Italia, la festa in maschera di P.S.Elpidio. Franchellucci: "Pedalate piene di gioia e carica"

14 Ottobre 2020

di Francesca Pasquali

PORTO SANT’ELPIDIO - Parte, puntualissima, a mezzogiorno e cinque, la tappa numero undici del Giro d’Italia, l’unica che attraversa le Marche. Sul lungomare di Porto Sant’Elpidio, guardati a vista dagli addetti alla sicurezza, da dietro le transenne di metallo, in centinaia applaudono e scattano foto.

Una tappa facile, dicono gli esperti. Per velocisti. Il giorno sognato, atteso, rinviato e confermato comincia presto. Il piano viabilità studiato da Comune e Prefettura funziona. Tifosi e curiosi arrivano e riempiono piazza Garibaldi. Sul palco, una dopo l’altra, le squadre si offrono ai “cannoni” dei fotografi.

Alle 11, alla stazione, arriva la coppa. La solleva Ivan Basso. Poi, in piazza e infine viene messa sul treno, direzione Rimini per l’arrivo.  C’è aria di festa in città. Voglia di non pensare ai contagi che aumentano. Ci sono i bambini delle scuole con i cartelli colorati. Gli appassionati che, ogni anno, non si rinunciano a una tappa del Giro.

«Abbiamo avuto paura di perdere questo giorno. Poi è cominciata la grande attesa. Siamo stati fortunati perché oggi è una giornata più primaverile che autunnale e questo ci dà tanta gioia e tanta carica», dice il sindaco Nazareno Franchellucci che ha agghindato la città, illuminandola di rosa fin da ieri sera.

«In maniera molto ordinata, con le mascherine e rispettosi delle normative, cittadini ma anche tanta gente venuta da fuori stanno vivendo questa giornata in maniera, oltra che festosa, anche sicura», prosegue. «Un momento sportivo importante, crocevia di questo Giro che sta purtroppo vivendo momenti delicati anche dal punto di vista dei contagi», dice ancora il sindaco.

Arriva Francesco Acquaroli. A “scortare” il presidente della Regione c’è Andrea Putzu. Arriva anche il prefetto Vincenza Filippi. Ingenti le misure di sicurezza. Statale e lungomare sono presidiati. È tutto un andirivieni di volanti e poliziotti in moto. Tutto fila liscio. All’ex Orfeo Serafini c’è il “villaggio rosa”. Giochi e gadget per chi aspetta la partenza. L’attesa cresce. Ci si sposta sul lungomare. I ciclisti si compattano. Parte il conto alla rovescia. 182 chilometri in velocità, fino a Rimini. E il Giro continua.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram