Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fotovoltaico negato. La Provincia: "Caso anomalo, ma è passato troppo tempo: manca l'interesse attuale"

11 Giugno 2020

MONTEGRANARO – Finché c’è speranza, c’è battaglia. Milko Vitali, imprenditore di Montegranaro da anni impegnato tra un tribunale e una istituzione per il riconoscimento del ‘suo’ impianto fotovoltaico. La nuova tappa del viaggio nel diritto l’ha portato in Provincia insieme con l’Udicon regionale che ha preso a cuore la vicenda.

Vitali ha presentato l’esposto con cui ha chiesto alla Provincia di Fermo, che per conto della Regione Marche in base alla Legge n. 34/1992, ha la possibilità di annullare e/o modificare il permesso di costruire emesso dal Comune di Montegranaro, di intervenire.

“Ringrazio la presidente Canigola per la considerazione” commenta Vitali. Sono stati diversi gli incontri con l’ufficio urbanistica guidato dal dirigente Pignoloni. Che ha ascoltato e ha letto le carte. Ma la soluzione finale non è quella che si aspetterebbe Vitali. Il casus belli, riassume Vitali, è “il modus operandi del Comune di Montegranaro in materia di rilascio dei permessi di costruire che, sugli otto impianti fotovoltaici a terra insistenti nel Comune di Montegranaro, ognuno ha usufruito di una applicazione contrastante rispetto al permesso di costruire discriminatorio consegnato a Milko Vitali”.

Questa posizione Vitali l’ha portata sul tavolo della Procura della Repubblica, della Prefettura di Fermo, del Ministero dell’Interno, del Ministero dell’Economia e delle Finanze e del GSE Spa (Gestore dei Servizi Energetici) che eroga contributi pubblici ai proprietari di impianti fotovoltaici.  

Vitali nel suo carteggio con la Provincia ha chiesto un parere sul “perché l’impianto di Milko Vitali ha avuto un trattamento diverso da quello di altri impianti fotovoltaici a terra a Montegranaro, venendo meno palesemente all’applicazione del Piano Regolatore Generale vigente”.

Vitali era riuscito a portare anche il caso in Consiglio comunale a Montegranaro, grazie a una raccolta firme che gli ha permesso di usufruire di una opportunità che offre lo statuto comunale.

L'imprenditore Milko Vitali

Ora però, dalla Provincia, che ha scritto direttamente a Vitali, arriva una amara consolazione: “Una vicenda che mostra molti aspetti controversi. il problema, pur condividendo alcune posizioni del ricorrente, è che è passato troppo tempo, non ci sono i presupposti per impugnare l’atto del comune, anche se stiamo studiando tutte le carte. La giurisprudenza è chiara, questo tipo di interventi amministrativi si basano su un ‘interesse concreto e attuale’. Sono passati dieci anni, viene meno il presupposto”.

Ma non il desiderio dell’imprenditore veregrense di sentirsi, quantomeno, dire ‘scusa, abbiamo sbagliato’, se non di ottenere un congruo rimborso per quello che lui da anni ritiene un atto ingiusto nei suoi confronti.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram