Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Formazione e ricerca del lavoro, la Provincia cambia passo: "Politiche attive insieme alla Cna. Apriamo sportelli sul territorio"

5 Ottobre 2020

FERMO – Incrociare le possibilità di lavoro con le esigenze dei cittadini. In fase di crisi ci sono solo due strade: formarsi e cercare.

La Provincia di Fermo di nuovo in campo per cercare di agevolare le politiche attive del lavoro. E lo fa insieme a numerosi partner, inclusa la Cna di Fermo, all’interno del progetto Gener(Y)action, che nella sua seconda edizione punta ancora di più sulla formazione.

Due servizi accompagneranno chi cerca lavoro fino alla primavera: sportelli Informagiovani e sportelli Fare Impresa, perni di una rete avviata con la prima fase di Gener(Y)action.

“La strategia è quella di offrire informazione trasversale che potenzialmente possa soddisfare tutte le esigenze dei destinatari del progetto, che guarda agli Under 30 ma in realtà in questa fase di crisi si offre a ogni categoria” spiega la presidente della Provincia Moira Canigola.

Sul tema lavoro, sostegno fondamentale è quello della Cna: “Nei nostri uffici sul territorio saranno attivi gli Sportelli Fare Impresa: con un preciso calendario di presenze, con orario 15-18, i nostri consulenti che si occupano di avvio di impresa, consulenza fiscale, legale e ovviamente finanziaria, saranno a disposizione per l'accompagnamento alla creazione di nuove attività” aggiunge il direttore della Cna Fermo, Alessandro Migliore.

Dall’idea alla sua realizzazione. Questo è l’obiettivo che si danno anche i due percorsi formativi, per 30 iscritti, che hanno negli sportelli l’interfaccia con il pubblico. “Alla consulenza, infatti, seguirà – riprende Migliore – una formazione specifica”.

Gli sportelli saranno a disposizione ad Amandola, Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Piane di Falerone e Valmir di Petritoli. “Avere a disposizione un commercialista, un avvocato e un esperto di crowdfunding, oltre che di credito, è fondamentale per dare fiducia a chi crede nella propria impresa” riprende la Canigola

E questo sapendo che si agisce in un contesto complesso. "Nelle Marche il tasso di sopravvivenza delle nuove imprese scende dal 57% di 10 anni fa al 43,6%: burocrazia, pressione fiscale, contesto sfavorevole incidono da tempo sulla competitività delle imprese. E nonostante questo, la voglia di fare impresa resta alta. Per questo insieme alla Provincia puntiamo – ribadisce Paolo Silenzi, presidente Cna Fermo - ad alimentare l'imprenditorialità giovanile, fornendo strumenti, contenuti e consulenza adeguati".

 “Gli Young Information Center rappresentano per il territorio un servizio che rende le persone in grado di compiere le scelte più opportune e consapevoli rispetto al proprio futuro. Non solo, collegato agli Young Information Center ci sarà anche un servizio gratuito di consulenza psicologica aperto anche alle famiglie dei giovani perché tutti devono credere nelle risorse personali e sociali (spirito critico, creatività, problem solving) che rappresentano le Life skills” conclude la presidente Canigola.

Il progetto Gener(Y)action si conferma così un collettore di risorse in cui ogni partner offre contenuti per accrescere le Life Skills dei giovani fermani. Ogni informazione e aggiornamento sul sito http://gya.provincia.fm.it/ e sulle pagine social dell’ente.

Il progetto Genr(Y)Action è finanziato nel quadro di Azione ProvincEgiovani, iniziativa promossa dall’UPI e Finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche giovanili ed il Servizio Civile Universale.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram