Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fermo, tutti pazzi per i musei. Mappamondo senza rivali, piace il terminal Dondero

10 Gennaio 2020

FERMO – E c’è ancora un ultimo fine settimana con la Fabbrica di Cioccolato, ma i numeri già incoronano il programma natalizio allestito dall’assessore Francesco Trasatti. Lo dicono i numeri: presenze tra dicembre e la befana, con un aumento incredibile, tremila in più a dicembre, più del triplo a gennaio dove nel 2018 nella prima settimana erano state 900 contro le 3250 del 2020.

In particolare, dal 1 al 6 gennaio i visitatori sono stati quasi mille a Palazzo dei Priori, stesso numero per le Cisterne Romane e 500 per il Teatro dell’Aquila, numeri che ad esempio sono il triplo rispetto allo stesso periodo di inizio 2019 per le Cisterne (300) e per il Teatro (180).

In questo contesto entrano anche gli 883 fermani doc, i residenti, che hanno scelto di non perdere l’occasione dell’ingresso gratuito che l’amministrazione Calcinaro gli ha regalato per Natale. “Ci ha fatto molto piacere – commenta l’assessore alla cultura e al turismo Francesco Trasatti -  l’accoglimento riservato all’iniziativa degli ingressi gratuiti per i residenti, perché vuol dire che i fermani hanno voglia di riscoprire la bellezza della loro città. E siamo convinti che questo porterà gli stessi fermani a farsi ambasciatori con i propri parenti, amici e conoscenti per essere tutti sempre più orgogliosi delle nostre bellezze”. E siccome quello che funziona va consolidato, Sistema Museo sta lavorando per la primavera a una Card per i residenti.

Fermo è sempre più cultura e musei. “Va registrato il successo del boom di visite alla mostra dedicata a Mario Dondero al Terminal che ha totalizzato quasi 700 presenze nei soli primi sei giorni di gennaio e in totale circa 1500 dall’apertura della mostra natalizia. Crediamo che Fermo abbia preso una strada importante e le prospettive con il recupero e la rifunzionalizzazione del Fontevecchia, l’ampliamento di Torre di Palme e la rivisitazione del piano terra di Palazzo dei Priori rappresentino esempi che vanno in questa direzione” prosegue il sindaco Calcinaro.

E se questi sono stati i numeri del Natale, ci sono poi quelli dell’anno a far gongolare gli amministratori: presenze boom alle Cisterne Romane, circa 20 mila contro le 16 mila del 2018, 11mila per il teatro dell’Aquila, 17mila in poco più di quattro mesi per la Sala del Mappamondo e infine 2500 persone in sei mesi a Torre di Palme per il nuovo museo archeologico.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram