Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fermo, la Provincia del turismo mordi e fuggi

27 Novembre 2019

FERMO – Da un lato le cisterne romane e il lungomare dei cantautori, dall’altro il santuario dell’Ambro e i quadri del Crivelli e di Licini: tutti vogliono il Fermano. Crescono le presenze e gli arrivi di turisti in tutte le province marchigiane nel periodo gennaio-ottobre 2019. Bene la piccola provincia. Anche se, dato negativo per gli alberghi, crescono molto di più gli arrivi. Fermo con 180.000 arrivi e 1.171.000 presenze si attesta al +11,18% e +6,25%.

Questo il dato macro. L’analisi comparativa con le altre Province serve però per far comprendere quanto poco sia visitato il Fermano. perché in questo caso non vale la regola del ‘siamo più piccoli’, altrimenti comuni come Monteriggioni dovrebbero scomparire e invece sono tra i primi posti in Toscana come visite. A Pesaro Urbino le presenze sono state 2.866.000 (+8,14%) e gli arrivi 609.610 (+4,07%) mentre ad Ancona 2.552.000 presenze (-0,31%) e 721.000 arrivi (+4,54%). Macerata con 320.000 arrivi e 1.500.000 di presenze registra rispettivamente un +6,82% e +7,24%. Super prestazione della provincia di Ascoli Piceno con 342.000 e 1.582.000, +5,77% e +11,61%.

Corrono le Marche, che sperano nella pedalata vincente di Vincenzo Nibali, scelto come testimonial per il turismo outdoor su cui tanto crede la Regione. A riprova, piano da milioni di euro per le ciclabili e nuove aree camper tecnologiche in diversi comuni del cratere sismico. “Le Marche non devono più scommettere sul turismo ma devono dare certezze sul turismo. Entro gennaio arriverà in Consiglio il nuovo Testo unico del Turismo che rivedrà quello fermo a 15 anni fa e che prevedrà una serie di misure incentivanti per il settore”.

I buoni dati non accontentano nessuno: l’obiettivo ora è intercettare gli americani, fetta di mercato in crescita a livello europeo e che nelle Marche sono cresciuti, come arrivi, del 5% arrivano a 14720. “Stiamo già ragionando sui prossimi cinque anni perché riteniamo che i Fondi europei strutturali dovranno essere investiti per promuovere l'attività di accoglienza e per spingere ancora di più sulla promozione. L'obiettivo forte dei prossimi anni sarà quello di far crescere le presenze dei turisti stranieri".

r.vit.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram