Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fermo Forte debutta e incorona Calcinaro. Il Pd: sindaco, vai a destra?

12 Novembre 2019

FERMO – Il pezzo pregiato delle elezioni di maggio 2020 è Paolo Calcinaro. Il sindaco uscente, e ricandidato, fa gola a tutti. È forte, lo sanno tutti, per cui sfidarlo sarà elettoralmente un suicidio, anche se qualcuno dovrà pur farlo. In attesa di trovare candidati alternativi, le forze politiche cercano di capire quello che Calcinaro vuole fare. ma soprattutto da che parte vuole volgere lo sguardo: verso destra, Rocchi e Ciarrocchi, o verso sinistra, Faggio e Pascucci, per stare agli attuali compagni di viaggio.

Poi ci sono i due mondi all’esterno. Chi già si è mosso facendo capire che sarà al fianco del sindaco, sempre se Calcinaro deciderà di caricarli a bordo, sono gli ex Forza Italia guidati da Alessandro Bargoni, che al suo fianco ha anche un giornalista, Mario Fugazza direttore di Bus. Il consigliere comunale, avvocato dalla forbita parlantina, non ha dubbi e insieme al coordinatore Maurizio Laurenzi ha dato vita a ‘Fermo forte’. Una civica, ma con un’anima ben definita, e un avversario certo: “Il Pd è il male di questa città”. Non usano mezzi termini per attaccare il centrosinistra e con il Pd una serie di scelte, come quella della Steat di acquistare l’area Santa Lucia: “È vergognosa la posizione anti fermana della Steat e della Provincia, entrambe gestite dal Partito Democratico. Oggi si consente che la Steat, azienda pubblica, si indebiti per togliere quell’area ad un privato che l’aveva legittimamente acquisita, per mantenere il deposito dei pullman in un luogo da troppo tempo coperto di inquinamento e di traffico”. Detto ciò, il chiaro messaggio politico: “Oggi siamo qui per dire che siamo pronti ad affrontare una campagna elettorale importante, con una lista civica in appoggio alla ricandidatura del sindaco Paolo Calcinaro. CI occuperemo di sanità, ma anche dei quartieri come Girola e Campiglione”.

Li prenderà a bordo Calcinaro. Chiaro che a sperare di no sia in primi il Partito Democratico, che ha cercato a settembre un primo abboccamento del sindaco, subito respinto, e che oggi manda messaggi distensivi, ma chiari: “In questi giorni stiamo assistendo ad attacchi continui, gratuiti e spesso sconclusionati da parte di esponenti della destra fermana nei confronti del Partito Democratico e della Provincia di Fermo, prima il Coordinatore della Lega Mauro Lucentini ed adesso l’ex forzista Avv. Alessandro Bargoni; non sono la strumentalità delle loro dichiarazioni che ci preoccupano ma il conseguente ed aperto “sostegno civico di alleanza” al Sindaco Paolo Calcinaro per le prossime comunali. Ma Calcinaro vuole essere legittimamente sostenuto dal civismo di destra e leghista?”. A questa risposta è chiamato a rispondere il primo cittadino. Una risposta che in fine dei conti serve a entrambi i lati, destra e sinistra, per capire che partita giocare. c’è anche chi parla già di intesa raggiunta con la Lega, come auspicato da Lucentini, ma il voto è lontano e prima ci sono le elezioni in Emilia Romagna.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram