Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ecoline contro il Coronavirus: igienizzanti elpidiensi a base di uva per Cina e Italia

7 Marzo 2020

di Raffaele Vitali

PORTO SANT’ELPIDIO – Fare impresa al tempo del Coronavirus non è semplice. Ma per chi è abituato a rendere pulito anche un muro pieno di graffiti, come il Terminal, o strade sommerse di liquami, le nuove sfide non possono essere un limite. “Da tre anni siamo entrati nel mercato cinese grazie a una partner di alto livello. Ci hanno studiato per più di un anno, poi l’accordo e l’ingresso dei nostri prodotti nei principali Mall della Cina, da Shangai a Pechino. Oggi siamo presenti in 25 negozi” spiega Daniela Ciaffardoni. Lei è il volto di Danhera, l’ala profumata dell’azienda Ecoline Group di Porto Sant’Elpidio, un piccolo colosso che produce macchinari e prodotti per la pulizia frutto del centro di ricerche interno e della collaborazione con i migliori consulenti italiani.

L’espansione cinese appena iniziata ha rischiato di scontrarsi contro il Coronavirus. Ma per chi pulisce e igienizza il Covid 19 è diventata una nuova sfida. “Abbiamo appena spedito un importantissimo ordine, che ci ha letteralmente svuotato il magazzino, proprio dalla Cina. Hanno studiato i nostri prodotti, li hanno esaminati in laboratorio e alla fine hanno certificato che sono efficaci al 99,9% contro i batteri” aggiunge Giorgia Projetti, la seconda generazione che è già al livello della prima, dentro l’azienda e fuori con importanti ruoli dentro Piccola Industria.

Quel certificato ha significato nuove porte aperte: “Ordini importanti perché il nostro igienizzante ha caratteristiche uniche.  A cominciare dal fatto che è di origine vegetale. Il segreto è nella natura: il nostro alcol nasce dai chicchi d’uva. Poi c’è il nostro know how trentennale che l’ha reso la base per un prodotto che va bene per ogni superficie, nella sua versione home, e che ha poi uno sviluppo industriale”.

Lo prendono tra le mani, lo spruzzano, può tranquillamente finire a contatto con la pelle. È un mercato di nicchia quello della Ecoline e di Danhera, ma una nicchia che è pronta a spendere perché cerca il meglio. “Abbiamo molti clienti in Puglia e in Toscana, oltre che in Lombardia. A livello industriale i nostri riferimenti principali sono le società di spurgo, a cui forniamo anche i mezzi, che progettiamo, produciamo e commercializziamo” aggiunge Massimo Projetti. L’ultimo è stato consegnato a Firenze pochi giorni fa, un camion ultramoderno marchiato Mercedes: un HydrOne autospurgo elettrico che igienizza attraverso acqua calda ad alta pressione e detergenti specifici prodotti a Porto Sant’Elpidio.

“Poi c’è il mondo del fashion, delle boutique, delle farmacie e parafarmacie che invece richiede e vende i prodotti della linea Danhera. Perché l’igienizzante si muove su più piani, incluso quello del bucato che troppo spesso si dimentica” aggiunge la Ciaffardoni.

Si lavora nella zona industriale di Porto Sant’Elpidio, nonostante la giornata di oggi sia stata rovinata dall’ennesima visita dei ladri, ai carabinieri il compito di indagare sull'accaduto e di trovarli visto che hanno lasciato un mozzicone di sigaretta e delle tracce di sangue. Ma per quelle basta un attimo, una passata di igienizzante e non si vedrà più niente.

I prodotti piacciono, il mercato è d’alta fascia, ma le cinque caratteristiche che li rendono vincenti soprattutto in questo delicato momento: efficacia, dall’home all’industria; no tossico, mancando acidi chimici; concentrato, ha un titolo attivo alto e quindi se ne consuma meno; il profumo, grazie a essenze naturali; naturali, per merito dell’acido citrico derivante direttamente dall’uva che è un antibatterico naturale. “Più forti del Coronavirus, che ci ha complicato solo le spedizioni. Ma risolto il viaggio, la merce è arrivata a destinazione. E un mercato che al momento era una piccola nicchia in espansione per quanto riguarda i profumi, ora lo diventa per la nostra parte industriale”.

@raffaelevitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram