Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Disinteresse bipartisan in Consiglio: la serie A di basket a Montegranaro se ne va nel silenzio

26 Maggio 2020

MONTEGRANARO – Non una frase, non una parola, non una domanda, non una mozione, non una interrogazione, nulla. Il consiglio comunale di Montegranaro, durato ore, ha parlato di tutto fuorché di Poderosa, Sutor, pallacanestro. È proprio vero, le priorità sono altre. Anche dopo 5 ore di discussione. Per una volta i consiglieri hanno avuto una inazione unanime.

E non si dica ‘non era all’ordine del giorno’. Perché chiunque fa politica sa bene che un teme dentro una discussione così lunga lo si infila senza problemi, magari prendendo spunto dal bilancio o dal piano opere pubbliche. E invece, silenzio. Come quello che da settimane, per non dire ormai mesi, regna nella Montegranaro della politica sul futuro del basket cittadino.

Non resta che attendere la firma sull’accordo tra la famiglia Bigioni e il patron del Chieti Basket per chiudere una storia a questo punto più fastidiosa che stimolante. L’unica certezza è che in casa Sutor, nell’incontro avvenuto tra le parti molto tempo fa, è emersa l’impossibilità di reggere una stagione in A2. Un conto è spendere 200mila euro, un conto 200mila più un milione.

Resterà quindi la serie B, nessuno sembra metterla in discussione, neppure Ciarpella dalle pagine del Corriere dove ha fatto capire che la società guidata da Molly Pizzuti vuole continuare il percorso avviato. Ma pensando al figlio magari in A2 sarebbe diventato assistente e non sarebbe neppure stato male per continuare a crescere guardando qualcuno esperto.

Ma niente, al Comune, se prima o poi se ne occuperà, non resterà che provare a capire se ha senso un settore giovanile in una società e una prima squadra nell’altra, soprattutto se non sono collegati, come avviene in altre città. Ma non sarà facile riunire queste due realtà a quel punto davvero diverse con il mondo dei premi Nas che detterà le parole da mettere sugli accordi. Quelle parole che, ancora una volta, la politica veregrense non ha speso per provare a cambiare il corso di una storia in cui si è scelta il ruolo di spettatrice.

@raffaelevitali

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram