Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Da Badoglio alla dama bianca, un documentario racconta Squarcia e il giornalismo

27 Dicembre 2019

A realizzarlo due fermani: Samuele Baccifava e Alberto D'Agostino. Prima visione sabato 28 alle 17.30 al cinema Odeo di Ascoli Piceno.

È partito da Santa Vittoria in Matenano 104 anni fa e non si è più fermato. Ha scritto di tutto rimanendo ben saldo nella sua amata Ascoli Piceno: dall’arrivo del maresciallo Badoglio ad Ascoli a Mina che cantava sotto le palme di San Benedetto, dalla nascita dell’acquedotto che ha portato l’acqua a Fermo all’Ascoli calcio di Costantino Rozzi. La vita di Bruno Squarcia, arzillo giornalista centenario, diventa ora un documentario realizzato da Samuele Baccifava, assicuratore col pallino del giornalismo, e Alberto D’Agostino, documentarista che vive con la sua telecamera in mano. ‘Bruno Squarcia: storie, notizie e indiscrezioni’ è il titolo della videointervista che oltre a Squarcia vede protagonisti due suoi colleghi quarantenni: Raffaele Vitali e Roberto Fiaccarini.

Classe 1915, Squarcia non è mai facile da intervistare, è un fiume in piena quando parla, figuriamoci con una telecamera. Complesso è stato il lavoro di montaggio, ma alla fine il risultato ha soddisfatto tutti. E domani pomeriggio, sabato ore 17.30 al cinema Odeon di Ascoli Piceno, ingresso gratuito, va in scena la prima visione: un’occasione da non perdere per immergersi nelal vita di un giornalista che ha superato guerre, crisi, boom economico e millennio. Sempre con la sua penna in mano.

Baccifava ha preso spunto dal libro di Vitali ‘Cronista da marciapiede’, scritto insieme a Squarcia, e da lì ha deciso di affrontare l’impresa. Pochi giorni fa la consegna del Dvd a Bruno. La risposta è stata semplice: “Quando lo proiettiamo nel maxi schermo?”. E poi, rivolgendosi al figlio Ferruccio, come il padre giornalista: “Devo scrivere un articolo, quando posso dettartelo”. Perché questo è Squarcia, anche a 104 anni.

Insieme ai due autori un ruolo chiave l’hanno svolto ‘Marche in video’ associazione che tramite i documentari racconta le bellezze e i personaggi chiave della regione, il comune di Ascoli, che ha messo a disposizione il cinema e sarà presente alla prima con il sindaco Fioravanti, e la Fondazione Carisap guidata da Angelo Galeati, che ha creduto nel progetto tanto da finanziarlo.

“Abbiamo voluto con forza realizzare questo documentario. È stato un lavoro complesso, speravamo di chiuderlo prima, ma è stato davvero complicato. Con Bruno abbiamo viaggiato nel tempo, incredibile ascoltarlo parlare della ‘dama bianca’ di Fausto Coppi e di come il giornalismo sia cambiato negli anni” spiega Baccifava. “Sono certo – commenta il sindaco, affiancato dal vice Silvestri – che sia un lavoro importante che andrà ad arricchire la nostra città. Un modo in più per far capire quanti figli illustri ha avuto Ascoli”.

Non resta che partecipare: ore 17.30, cinema Odeon, appuntamento con la storia, con il giornalismo, con ‘Bruno Squarcia: storie, notizie e indiscrezioni’. Dopo i saluti delle autorità, la proiezione del filmato e le parole degli autori.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram