Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Cresce Ingegneria gestionale di Fermo: più iscritti e sempre più occupati: "Siamo al quinto posto in Italia"

6 Ottobre 2020

FERMO – Piace sempre più Ingegneria Gestionale. Lo sottolinea con soddisfazione il rettore dell’università Politecnica delle Marche, Gian Luca Gregori, dando il benvenuto alle matricole nell’aula magna della sede di Fermo. “Il 44% degli iscritti al primo anno arriva da fuori regione, sapendo che in questa città si viene per studiare. In Italia troppi pochi laureati, qui andiamo in controtendenza”.

Il periodo è complesso, ma la Politecnica, e la piccola Fermo, proseguono pieni di energia. Una cerimonia inaugurale anomala, con le mascherine che coprono parte del volto e il sindaco Paolo Calcinaro, che è anche presidente dell’Euf, collegato da casa, dove si trova in quarantena causa Covid: “Siate protagonisti di questa città che vuole accogliervi e farvi sentire il meglio possibile. Non vi fate troppo intimorire da questa pandemia, ma prendete tutte le necessarie precauzioni. Continuate a essere studenti universitari a pieno registro. Buon anno e buona vita”.

Lo ascoltano in sala 56 alunni, collegati altri 78, che hanno preso possesso di via Brunforte di prima mattina per seguire la lezione del professor Emanuele Frontoni. Peer il primo giorno sono arrivati sotto il Girfalco anche l’attuale preside di facoltà, il professor D’Orazio, e il suo erede tra qualche settimana, il professor Bevilacqua.

“Quella di Fermo è una esperienza particolare, una sede con un sostegno molto forte da parte del territorio. E anche delle aziende, che sono particolarmente importanti. E così è nato uno dei corsi capaci di stare ai primi posti in Italia. Siamo al quinto posto, insieme con Bologna e il Politecnico di Torino, più avanti di Milano e Reggio Emilia. Siamo riusciti a ottenere questo risultato con il lavoro e infatti le matricole aumentano sempre più, tanto che l’anno scorso abbiamo allargato le aule per accogliere tutti gli universitari”.

Ma non solo aumentano gli iscritti, il dato che lusinga è quello dell’occupazione: il 95,2% dei laureati trova un posto di lavoro entro un anno. E magari un’opportunità potrebbe arrivare anche da dove non ce lo si aspetta. Come ribadisce il prefetto Vincenza Filippi: “Università a misura d’uomo, dove si studia e che ha una capacitò attrattiva del mondo occupazionale. Trovate le migliori condizioni per una laurea così bella e delicata per aprire orizzonti importanti. Sempre più donne, questo mi rende molto contenta. La città di Fermo è inserita nel mondo Unesco per la conoscenza, per la formazione, un bene immateriale che connette i luoghi fisici alla competenza, siatene protagonisti. E se volete, abbiamo avviato una convenzione per poter svolgere una esperienza in Prefettura, a noi piacerebbe acquisire la vostra esperienza e conoscenza”.

Sempre più possibilità, come sogna fin dal primo giorno la Fondazione Carifermo, che nell’Euf investe ingenti risorse: “Noi crediamo nell’università, crediamo che voi siate il futuro” riprende il presidente Alberto Palma lasciando la parola al professor Bevilacqua e al professor Forcellese: “Pensate alle parole del Prefetto, l’ingegnere gestionale è un ingegnere di sistema che lavora per processi e gestirli significa applicare metodologie in ogni campo, nella professione, nell’industria, nella sanità e nella pubblica amministrazione dove un efficientamento dei processi è fondamentale”.

Occasioni in serie per chi saprà distinguersi in un corso che, come ricorda Forcellese, in dieci anni ha raddoppiato i suoi iscritti.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram