Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Covid, approvato il vaccino di Moderna: efficace al 94%, due dosi ogni 28 giorni. Acquaroli: raddoppiata la velocità di vaccinazione

6 Gennaio 2021

di Raffaele Vitali

“1500 vaccinazioni in un giorno, il doppio dei primi giorni. Stiamo mettendo in campo tutto quello che abbiamo per superare questo momento complicato. Cerchiamo di restare uniti, prudenti e responsabili e siamo fiduciosi. Se penso allo scorso mese di febbraio e guardo ad oggi, vedo quanti passi in avanti sono stati fatti”. Le parole di Francesco Acquaroli, presidente della Regione Marche, arrivano poco prima dell’annuncio più atteso: l'Agenzia Europea del Farmaco (Ema) ha dato il via libera al vaccino di Moderna contro il Covid-19.

Si tratta del secondo che l'Ema ha autorizzato, dopo quello Pfizer-Biontech. "Con il vaccino di Moderna, ora autorizzato dall'Ue, avremo altre 160 milioni di dosi. E altre ne arriveranno ancora" sottolinea la presidente della Commissione europea, Ursula von Der Leyen.

IL NUOVO VACCINO

"Il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'EMA ha valutato accuratamente i dati sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino e ha raccomandato la concessione di un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionale formale da parte della Commissione europea” spiega l’Ema in una nota.

"Questo vaccino ci fornisce un altro strumento per superare l'attuale emergenza" aggiunge Emer Cooke, direttore esecutivo dell'Ema. La sperimentazione del vaccino Moderna ha coinvolto in totale circa 30.000 persone. La metà ha ricevuto il vaccino e l'altra metà un placebo. L'efficacia è stata calcolata in circa 28.000 persone di età compresa tra 18 e 94 anni che non presentavano segni di infezione precedente.

Lo studio ha mostrato una riduzione del 94,1% del numero di casi di COVID-19 sintomatici nelle persone che hanno ricevuto il vaccino (11 su 14.134 persone vaccinate hanno avuto il COVID-19 con sintomi) rispetto alle persone che hanno ricevuto il placebo (185 su 14.073 persone che hanno ricevuto iniezioni fittizie hanno avuto il COVID-19 con sintomi). Il vaccino ha dimostrato quindi un'efficacia del 94,1% nello studio.

Non solo, la sperimentazione ha anche mostrato un'efficacia del 90,9% nei partecipanti a rischio di COVID-19 grave, compresi quelli con malattie polmonari croniche, cardiache, obesità, malattie del fegato, diabete o infezione da HIV. L'elevata efficacia è stata mantenuta anche per diversi generi ed etnie. 

Come per Pfizer, servono due iniezioni. Moderna prevede una distanza di 28 giorni una dall’altra. “La sfida è ancora dura, ma quello di oggi è un altro importante passo avanti contro il virus", commenta il ministro della Salute, Roberto Speranza. La Commissione Tecnico Scientifica di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) si riunirà domani per esaminare il dossier sull'autorizzazione all'immissione in commercio del vaccino in Italia e definire le modalità di utilizzo nel Servizio Sanitario Nazionale. 

DOSI IN CRESCITA

 «I responsabili di EMA e del CHMP, operando durante le festività, hanno assicurato una valutazione rigorosa e indicazioni dettagliate lavorando insieme a noi per arrivare a questa autorizzazione. Sono fiero del ruolo che Moderna sta riuscendo ad avere a livello internazionale nell'aiutare ad affrontare la pandemia” commenta Stéphane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna.

Le prime consegne del vaccino ai Paesi in Europa, comunica l'azienda, sono attese all'inizio della prossima settimana. “Siamo tutti insieme e uniti. Questo è il motivo per cui abbiamo negoziato il più ampio portafoglio di vaccini al mondo per tutti i nostri Stati membri. Moderna insieme con BioNTech-Pfizer garantirà che 460 milioni di dosi che saranno distribuite con velocità crescente nell'Ue e ne arriveranno presto altre” conclude la commissaria europea alla salute Stella Kyriakides. Fondamentale ora che i Paesi facciano la loro parte somministrando con più velocità le dosi arrivate.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram