Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Covid. Addio a Massimo Ceriscioli, l'artigiano del mobile padre dell'ex presidente

21 Febbraio 2021

PESARO – “Sono preoccupato per i miei genitori”. Era stato questo il suo primo pensiero, dopo essere stato ricoverato in ospedale per Covid. L’ex presidente della Regione Marche, il 55enne Luca Ceriscioli, non aveva paura per sé, pur non sentendosi bene.

Ma per i genitori, perché il maledetto Covid era entrato prima nella loro casa. Il padre per un periodo era stato in ospedale, poi il ritorno a casa. Sembrava migliorato. . “Ma ha un polmone solo” aveva ricordato l’ex governatore.

Nel giro di due giorni, tutto è precipitato. Nuovo ricovero, subito in terapia intensiva. E purtroppo questa notte, proprio poche ore dopo che Luca Ceriscioli era uscito dall’ospedale, visto che le sue condizioni premettevano una degenza domiciliare, si è spento il padre Massimo, artigiano del mobile diventato imprenditore.

La famiglia di Massimo Ceriscioli, attraverso la moglie Maria, ha voluto ringraziare il personale sanitario, anche in questo momento di dolore: "Per l'attenzione, la sensibilità, la cura e la grande professionalità con cui hanno seguito, nei suoi ultimi giorni, mio marito Massimo. Si è sentito protetto e in buone mani ed è stato grazie a persone come Voi, che ogni giorno lavorano, con abnegazione, nei nostri ospedali. Grazie per il vostro impegno e la vostra passione da parte di tutta la famiglia".

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram