Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Coronavirus, Ceriscioli al Governo: "Marche come la Lombardia. Chiudere scuole e luoghi pubblici"

29 Febbraio 2020

FERMO – Sono 24 i positivi al Coronavirus nelle Marche, di cui sei confermati dall’Istituto superiore della sanità. Forte di questi numeri, il presidente della regione Marche ha deciso di chiedere che “le Marche siano inserite nel decreto della presidenza del consiglio dei ministri, insieme a Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, come regione interessata alle misure di contenimento dell'infezione di coronavirus”.

Praticamente Ceriscioli chiede per le Marche lo stato di massima allerta, cosa non accaduta all’interno della bozza di documento che il Consiglio dei ministri ha mandato alle regioni per eventuali osservazioni. “Ci è stato chiesto di presentare le nostre osservazioni entro le ore 9 di domani mattina - ha spiegato il governatore -. In ragione del numero crescente di contagi, nelle osservazioni includeremo la richiesta di essere inseriti tra i territori sottoposti alle misure più restrittive, che comprendono la chiusura delle scuole e la sospensione delle attività di pubblico spettacolo. Se, guardando l'attuale stesura del decreto, la base territoriale resta regionale - ha poi aggiunto -, chiederemo di essere inseriti come regione. Se invece, come è sembrato dal lungo confronto di questa mattina con il governo, la base dovesse essere provinciale, chiederemo l'inserimento della provincia di Pesaro-Urbino, che registra al momento 23 casi positivi, mentre uno è di Ancona".

Misure restrittive, ma anche possibili vantaggi economici, stando ai fondi stanziati dallo Stato e alle misure come il blocco delle tasse. Vantaggi che si scontrerebbero però con l’immenso danno di immagine della Regione, che non ha una Venezia pronta aa far ripartire il turismo in pochi giorni di normalità.

Resta quindi tutto sospeso per le Marche, che vivranno una domenica di normalità, con le messe parte al pubblico, i teatri che si riempiranno e feste di piazza, come ad esempio il carnevale di Monte Urano. Poi, chissà: “Nella speranza che vengano accolte le nostre richieste - ha concluso Ceriscioli -, l'impegno è quello di divulgarne immediatamente il contenuto, nel momento in cui lo riceveremo nella sua versione definitiva".

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram