Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Come si vincono bandi e fondi: a lezione da Ceroni. "Un semaforo in paese per avere telecamere e mura pulite"

16 Giugno 2020

di Raffaele Vitali

RAPAGNANO - È lì, alto, bello, luminoso, nuovo: è il semaforo di Rapagnano. Ma che ci sta a fare a due passi dalla porta d’ingresso del teatro Emiliani, il gioiello realizzato dal sindaco Remigio Ceroni? “Garantirà sicurezza per chi vorrà andare al parco o dal centro arrivare al teatro” spiega il sindaco. Che poi dice molto di più. Perché quel semaforo che fa sorridere è in realtà il frutto di un progetto molto più ampio che ha permesso al piccolo comune di Rapagnano, duemila anime, di intercettare un finanziamento del Gal Fermano di 55mila 458 euro, a cui il comune ha aggiunto altri 25mila euro per completare quanto progettato.

“Nei piccoli comuni, forse in troppi non lo sanno, l’unico modo per fare opere pubbliche sono i bandi. Ma – precisa Remigio ceroni – vanno vinti. E a Rapagnano non ci piace partecipare, li vogliamo vincere”. E così è stato con la domanda di Rapagnano (datata 2017) arrivata 13esima su 29 progetti con 19 finanziabili dal gal.

“Se non avessimo proposto un miglioramento dell’accessibilità fisica e sensoriale delle infrastrutture esistenti (semaforo), saremmo finiti in fondo alla graduatoria e non avremmo avuto il finanziamento con il quale abbiamo riqualificato le mura, installato un sistema di videosorveglianza e alcune lampade a LED per il risparmio energetico”.

Dietro quel semaforo che lampeggia giallo e diventa rosso solo a richiesta, “tra l’altro è una garanzia anche per i non vedenti” precisa, c’è tanto di più. “Abbiamo potuto installare le prime sette videocamere di sorveglianza di Rapagnano. E presto le implementeremo”. Ma non solo, perché una parte macro del progetto di riqualificazione ha riguardato la cinta muraria. “Abbiamo ripulito e riqualificato la nostra cornice storica, dando al paese una immagine ancora più bella e accogliente”.

Infine, il risparmio energetico con Rapagnano da tempo impegnata nelal sostituzione delle lampade. “Dopo aver riqualificato Piane, grazie a questo bando abbiamo modificato i primi sette punti luce del centro. Un’operazione complessa, che proseguiremo appena avremo risorse per cambiare altri trenta lampioni”.

Il sindaco Ceroni elenca soddisfatto le azioni del bando Gal, ma poi aggiunge: “Se avessimo potuto, avremmo fatto a meno del semaforo. Ma questo è il simbolo di qualcosa che non funziona, di metodi di finanziamento anche illogici, quando invece basterebbe dare le risorse ai Comuni e tutto quanto stiamo facendo con questo progetto lo avremmo fatto direttamente. Spesso si dimentica che per partecipare e vincere servono tempo, risorse ed esperti, non è che uno progetta la riqualificazione delle mura storiche su due piedi. Se uno ci prova, le cose vanno fatte bene per il bene della collettività”.

Lui ha vinto e con soddisfazione guarda avanti: “Quel semaforo tornerà utile in occasione di manifestazioni, feste e processioni. Il semaforo rosso e le telecamere consentiranno di individuare e sanzionare quelli che, nonostante la segnaletica, accedono su via Leopardi creando pericoli e difficoltà ai partecipanti. Confidiamo anche di ridurre gli atti vandalici che si verificano spesso all’interno del parco Gentili”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram