Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Click day, la piattaforma si ingolfa: i 70enni hanno voglia di vaccino. 90mila i marchigiani 'protetti' con doppia dose

29 Marzo 2021

FERMO – Click day per la vita e come sempre accade il sistema si inceppa. Tutti pronti a registrare il familiare tra i 70 e i 79 anni per farlo vaccinare ed ecco che il portale messo a disposizione da Poste Italiane alla regione Marche si ingolfa.

Tanta pazienza e alla fine il successo, con prenotazioni che già dopo poche ore spedivano il ‘paziente’ a fine aprile. Altro che velocità di campagna vaccinale, ma del resto il direttore dell’area Vasta 4 aveva sabato parlato “di 6 settimane” per completare la fascia d’età prevista.

Alle 12 tutti sul pc o attaccati al numero verde 800.00.99.66. È stato subito un 'boom' di prenotazioni ma non sono mancati i disagi ed i disservizi. "Tantissime prenotazioni- spiega alla Dire la direttrice generale dell'Asur Nadia Storti-. In poche ora siamo andati sopra le 10mila, ma poi la piattaforma online che è andata in crash. Un problema di cui abbiamo informato Poste italiane”.

Che poi, nel pomeriggio ha sbloccato il servizio, inserendo anche l’anagrafica mancante. Molti cittadini si sono trovati di fronte a questo messaggio: 'i codici inseriti non sono corretti o non corrispondono a una persona appartenente ad una categoria avente priorità nella fase corrente del Piano vaccinale'. In realtà era solo un problema di piattaforma.

Tra l’altro, in molti si sono anche trovati benissimo. Numerosi i post che esaltano la piattaforma: In tre minuti ho prenotato per mio padre”, “È stato tuto velocissimo” e via dicendo. Ma siccome il disagio vince sempre, ecco l’attacco del gruppo regionale del Pd: “Un’altra dimostrazione di capacità organizzativa di Acquaroli che ritarderà ancora di più il piano vaccinale”.

Mentre si parte con gli over 70, 46mila prenotati a fine giornata, si prosegue con gli ultra 80enni: sono poco più di 41 mila quelli che a oggi hanno ricevuto la seconda dose del vaccino: si tratta del 55,5% dei 74 mila che si sono recati nei punti di vaccinazione, rispetto a un target da raggiungere di circa 130 mila anziani. Secondo il servizio sanitario regionale, hanno ricevuto la prima dose 6.179 ospiti delle strutture residenziali e, fra questi, 4.591 anche la seconda.

Complessivamente, alle Marche sono state consegnate finora 296.390 dosi delle tre tipologie di vaccino e quelle inoculate sono state 249.450 (84,2%): sono poco meno di 160 mila i cittadini che hanno ricevuto la prima dose e 90 mila quelli che si sono già sottoposti al richiamo. Al momento, per persone con gravi disabilità (593 hanno ricevuto la prima dose), forze dell'ordine e pubblica sicurezza (a 8.776 di loro la prima dose) e personale scolastico e dell’università (prima dose a 15.558) non è ancora effettuabile il richiamo.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram