Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cinque aule e tre laboratori per il Montani. Canigola: mille metri di efficienza. Scatasta: è la casa degli informatici

10 Settembre 2021

FERMO – Lo scatolone a due passi dalla Provincia si anima e diventa finalmente un luogo di conoscenza. I ‘laboratori del Montani’ diventano otto aule per lo storico istituto, grandi e luminose. “Ricostruzione e attivazione finalmente. A dicembre eravamo entrati, promettendo di renderli operativi entro l’inizio dell’anno scolastico. E così è” sottolinea la presidente della Provincia, Moira Canigola.

Se già non fosse complicato l’iter burocratico, ci si è messa anche la pandemia a rallentare le procedure “veramente intricate”. Una struttura finanziata dai fondi del terremoto, 2,5milioni, progettata dalla struttura commissariale e da loro realizzata. “La Provincia ha messo il rup, l’ingegner Pignoloni, che ha svolto il ruolo di traino degli uffici, supportato dal funzionario Sandro Vallasciani”.

Ieri la consegna dall’ufficio commissariale, guidato da Giovanni Legnini, all’ente della Canigola. “Tecnicamente è nata come recupero degli ex Laboratori dell’Iti, danneggiati dal sisma, e per necessità di spazi è stata trasformata in aule, con annessi servizi. Perché abbiamo molti lavori in corso, penso alla sezione meccanica del Montani e di spazio c’è sempre bisogno” aggiunge la presidente.

Un decentramento funzionale per cinque aule e tre laboratori completamente nuovi, uno di grafica per digital strategy e due di informatica. “A inizio settembre abbiamo condiviso il cronoprogramma, dandoci priorità. La questione Meccanica ci ha impegnato tutta l’estate, perché avevamo bisogno di mantenere vicino al Montani. I nuovi laboratori sono l’elemento aggiuntivo alla progettualità, garantendo sicurezza agli alunni” riprende la dirigente Stefania Scatasta, che dopo l’anno di reggenza anche del Polo Urbani può dedicarsi a tempo pieno al Montani, sapendo che nel 2022 l’ala di Meccanica sarà completamente nuova e ancora più efficiente.

Funziona l’asse scuola – Provincia “perché qui si cercano e trovano soluzioni” aggiunge la dirigente. “Questo è l’inizio di una serie di interventi per svariati milioni di euro che pian piano ridaranno al Montani gli storici spazi rinnovati” chiosa Vallasciani.

Una struttura che arricchisce anche il comune di Fermo, come conferma l’assessora Ingrid Luciani: “La struttura commissariale è stata molto vicina a Fermo, in particolare alle scuole. È essenziale che in una città che si configura sempre più come città degli studi ci siano a disposizione strutture che favoriscono l’apprendimento in sicurezza. Tutti abbiamo cercato di fare del sisma una opportunità, una volta superato lo sconvolgimento”.

La Provincia è indebolita dal punto di vista di risorse economiche e umane, ma nonostante ciò si chiudono appalti e lavori. Merito di chi guida gli uffici, l’ingegner Ivano Pignoloni, lo ribadiscono tutti: “Siamo pochi e le scuole sono sempre più esigenti, ed è legittimo. In difficoltà, cerchiamo di fare il possibile e approfittiamo di Vallasciani che è il vero contatto tra le parti” sorride il dirigente.

Un iter lungo per i laboratori del Montani. Ma l’ultima fase ha permesso una accelerazione importante, con la Canigola che ha spesso parlato con Legnini per sbloccare la situazione. “La Provincia ha in carico l’immobile in attesa dell’atto finale del collaudo, che è molto rigoroso. Ma la visita ieri dei tecnici ci dice che sta andando tutto bene”.

Mille metri quadri, edificio ad alta efficienza energetica con impianto fotovoltaico che copre parte delle utenze. Ha parti a secco su struttura in acciaio, molto efficienti contro freddo e caldo. “Complessa struttura impiantistica, tutto collaudato, manca solo l’atto finale” aggiunge Vallasciani.

“La risposta migliore alla carenza di personale e di peso, è nella nostra efficienza. In pochi giorni restituiamo 5,4milioni di opere e ne abbiamo per cinque volte tanto in corso. Quando si ha un comandante come Pignoloni tutto è possibile”. Qui, da mercoledì, si siederanno i quinti dell’Informatica e gli elettronici che sono stati spostati, mentre la Meccanica resterà nella parte centrale dell’Istituto. Mentre al Miti andrà il Triennio di trasporti e logistica.

“Uno spazio che il Montani vuole aprire a ogni scuola, a chi ha progettualità affini alla tecnologia che c’è interna. Formazione e attività trasversale la auspichiamo, ma gli ambienti sono a tutti gli effetti i nuovi laboratori del Montani” conclude la preside mentre si chiude la porta di cui finalmente ha le chiavi.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram