Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cesetti, scintille con Saltamartini: "Mancata conferma di Livini è danno enorme. Nuovo ospedale? Conti in regola"

20 Aprile 2021

di Raffaele Vitali

FERMO – Giornata intensa per Fabrizio Cesetti. Il consigliere regionale di minoranza, ex assessore al Bilancio del Pd, è intervenuto su due vicende: lo stato dei lavori, e l’iter che li ha avviati, del nuovo ospedale di Campiglione e le dimissioni del direttore dell’Asur4, Licio Livini.

In merito al caso Livini, Cesetti ha presentato una interrogazione in Consiglio regionale, che è stata superata dai fatti, in quanto chiedeva all’assessore Saltamartini e al presidente Acquaroli, di respingere le dimissioni e ricucire. E invece, come spiega nella sua breve risposta Saltamartini, “questa mattina abbiamo già votato una direttiva al direttore per la procedura a evidenza pubblica che contiamo di concludere al più presto”. Tornando a quel che è accaduto, l’assessore è tranchant: “Il dottor Licio Livini ha rassegnato le sue dimissioni il 12 aprile, chiedendo di essere esonerato dal periodo di 60 giorni, chiedendo di essere contemporaneamente inserito come direttore di distretto. Quindi, dal 16 aprile è di nuovo al suo posto e la direzione è stata assunta dalla dottoressa Nadia Storti ad interim”. Per la serie, voleva andarsene e lo abbiamo accontentato.

Cesetti non è rimasto soddisfatto della risposta: “Mi devo ricredere sull’assessore Saltamartini che ho difeso a lungo. Devo dare ragione ai miei colleghi del gruppo Pd. Questa vicenda grida vendetta. Questa Giunta prima ha confermato tutti i vertici della Sanità, a riprova che bene avevano lavorato, incluso Livini, un direttore con cui mi sono scontrato in modo leale e durissimo. Un direttore che ha sempre dimostrato la sua autonomia dalla politica. E ha fatto bene, ascoltando le esigenze della necessità”.

Solo che poi qualcosa si è rotto. E Cesetti lo spiega bene: “Livini in questa fase più volte ha invocato provvedimenti perché l’emergenza sanitaria è stata drammatica, e grazie a lui oggi vediamo un po’ di luce. Come gruppo lo abbiamo sottolineato più volte, chiedendo provvedimenti. Alla fine Livini non ce l’ha fatta più e ha affermato ‘il sistema è fallito’. Livini non lo dirà mai, ma la verità è che è stato avviato un provvedimento disciplinare nei suoi confronti dopo quelle parole. Che ha così rassegnatole dimissioni per non essere processato sul nulla, visto che già lo si voleva fare fuori”.

Si aspettava di più da Saltamartini l’ex assessore: “A Saltamartini ho chiesto la settimana scorsa di parlare con Livini e convincerlo a ritirare le dimissioni. Mi ha risposto ‘ lo convocherò e ci parlo’. E invece, niente. Ora c’è un avvicendamento. E ve lo ribadisco, è stato fatto un danno enorme ala gestione della sanità del territorio. Inutile che oggi si dica abbiamo aperto la selezione. Io scriverò su un biglietto il nome di chi verrà nominato in barba ai principi di trasparenza evocati. E sarà qualcuno vicino, o che si è avvicinato a questa maggioranza di centrodestra”.

Passando invece al nuovo ospedale, Cesetti si rigonfia il petto e con serenità racconta quel che sta accadendo, a discapito di possibili inchieste uscite sulla stampa: “I lavori procedono con anticipo rispetto ai tempi stabiliti, tanto che è previsto il completamento della parte strutturale addirittura per l’inizio estate. Per cui, in questo periodo vengono dette troppe stupidaggini, soprattutto in merito alla copertura finanziaria dell’opera, che è invece certificata dai bilanci 2016-2018 e 2020-2022. I lavori in corso ci consegneranno un ospedale realizzato con una innovativa tecnica ingegneristico-costruttiva”.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram