Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cento nuovi vaccinati, il camper dell'Asur attira turisti e stranieri. Ciarrocchi: prossimo we a Lido Tre Archi

2 Agosto 2021

di Francesca Pasquali

PORTO SAN GIORGIO - Poco meno di cento vaccini. Tanti ne ha somministrati il camper dell’Area vasta 4 a Porto San Giorgio. Il mezzo s’è fermato per due sere, sabato e domenica, sul viale della stazione, dalle 20 alle 23.

La prima tappa fermana dell’iniziativa della Regione per convincere i titubanti a vaccinarsi. Si sono affacciati tanti extracomunitari. I fogli si compilavano sotto il gazebo della Protezione civile. Niente prenotazione. Poi, accettazione, vaccino e quindici minuti d’attesa, per sicurezza.

Pure qualche turista tra i nuovi vaccinati. Come una ragazza di Milano che non sapeva del camper ed è stata avvisata dai vicini. «Sapevano che non ero vaccinata e me l’hanno detto. A Milano, avrei dovuto aspettare settembre per la prima dose. Meglio così. Sono stati bravissimi. Non ho neppure sentito l’ago. Sono contenta di averlo fatto», dice. Moderna e Johnson & Johnson i vaccini somministrati. Il primo anche per le seconde dosi dei turisti.

L’equipe coordinatore, medico e due infermieri fa dentro e fuori dal camper, stanca ma soddisfatta. Hanno smontato dal centro vaccinale di Fermo per correre a Porto San Giorgio, da volontari. Il camper incuriosisce. Tra chi passeggia, qualcuno s’avvicina. Chiede che succede, ci pensa un attimo e si convince. Ma c’è anche chi tira dritto, perché il vaccino l’ha già fatto o perché non vuole farselo. Sono loro che il camper vuole raggiungere.

Da questa settimana sarà disponibile per tre giorni: da venerdì a domenica. Dove si sposterà, però, ancora non si sa. Lo decideranno in via Zeppilli. Il direttore del Dipartimento di prevenzione, Giuseppe Ciarrocchi, un’idea ce l’ha: Lido Tre Archi, per arrivare a quelli che hanno più difficoltà ad andare nei centri vaccinali. Perché il camper dovrebbe abbattere le disuguaglianze e dare a tutti la possibilità di sconfiggere il Covid.

Tra i volontari anche l'oncologo consigliere comunale Luigi Acito: "La stragrande maggioranza di chi si è presentato ha ricevuto la prima dose del vaccino, rispettando il target di questa iniziativa che è quello di convincere gli ancora indecisi a vincere la diffidenza e qualche volta la paura".

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram