Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Basket. La A2 cresce e si consolida. La Poderosa perde e Avellino la vuole comprare

19 Febbraio 2020

MONTEGRANARO – La A2 ha presentato la sua Coppa Italia. Dove non ci sarà la Poderosa, che viaggia sui bassifondi. Una stagione complicata per i gialloblù tra cambio di allenatore, americani che prendono l’aereo all’alba e infortuni. Eppure, è ancora lì la Xl Extralight, a due punti dai play off.

Quarta sconfitta consecutiva e due sole gare alla fine del campionato. “In realtà ci sono altre otto partite con la fase orologio. E alla fine saremo salvi direttamente, come mi auguro, o giocheremo i play out” sottolinea coach Gennaro Di Carlo. Che deve pensare al campo, mentre fuori continuano a vorticare voci e articoli, questa volta da Avellino, che parlano di ‘acquisto del titolo di A2 della Poderosa a fine stagione’ da parte della Scandone (LEGGI).

È ambita la serie A2, anche grazie al lavoro di Pietro Basciano, il presidente della Lnp: “Questa – spiega il numero uno - è la stagione in cui andiamo a regime con la riforma dei campionati, raggiungendo il nostro obiettivo di tornare ad avere due promozioni in Serie A. Per anni la A2 è stata vittima dell’imbuto di avere una sola promozione, a fronte di un campionato a 32. Serviva maggior rispetto per i proprietari dei Club più ambiziosi, ed ora le due promozioni rendono giustizia ai loro investimenti. A questo aggiungo, non meno importanti, le quattro promozioni dirette dalla B in A2, rispetto alle tre del passato”.

Per la serie, l’ideale sarebbe restarci in questa categoria e quindi si spera che siano solo ‘voci’ quelle attorno al mondo Bigioni. Anche se il patron Ronny ha sempre detto: “intanto finiamo la stagione”. Parole che fanno riflettere, visto che solitamente i Bigioni già a febbraio si proiettavano, a prescindere dalla classifica, all’anno successivo. Come si fa con le scarpe dove si pensano e progettano le stagioni in grande anticipo.

Lasciare la A2 sarebbe una grande perdita per le Marche, che già vivranno la retrocessione di Pesaro (che ha perso l'amichevole a Camerino con la Poderosa subendo 22 punti da Berti, ndr) e hanno il grosso in serie B. “Abbiamo deciso di ridurre il numero di partecipanti ai due gironi per tornare ad invertire la ruota, alla ricerca di migliore qualità, rimettendo in circolo più giocatori per i roster. Non è stata una scelta facile, sul piano politico, dire lo scorso anno ai Club di A2 ‘retrocedete in cinque’. Però lo abbiamo fatto e siamo diventati il campionato più italiano che c'è” ribadisce Basciano.

Discorsi complessi, che la Poderosa oggi non può fare perché deve prima guadagnarsi la salvezza sul campo. La squadra di coach Di Carlo sta cercando nuovi equilibri per inserire al meglio Cortese, che anche oggi in amichevole è partito in quintetto, e far sì che il polpaccio di Thomas, a cui la società ha accorciato i tempi per il rientro dall’infortunio con tanto di cambio staff fisioterapico, non dia sempre più fastidio. “Non è al 100% e un realizzatore come lui se non segna si innervosisce. Tra l’altro ha avuto un problema di crampi sulla gamba che da settimane gli dà noia”. Ora la Poderosa giocherà contro le prime della classe: “Non stiamo vincendo, ma la strada è giusta. Abbiamo bisogno della vittoria per muovere la classifica”.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram