Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Area di crisi, progetti milionari sul tavolo. Ma il bando scade. Canigola e Regione: "Subito la proroga". Il Ministero è d'accordo

12 Gennaio 2021

FERMO – Si chiude domani il bando di Invitalia per presentare progetti imprenditoriali, o meglio azioni concrete, all’interno dell’area di crisi complessa fermano-maceratese.

Un progetto è stato presentato, due sono pronti, serve la proroga per limare i dettagli, e arrivano dal mondo industriale. Pochi, ma ci sarebbero altri imprenditori, da quanto sostengono le associazioni di categoria, interessati. A dare voce all’appello delle imprese è Moira Canigola, presidente della Provincia di Fermo e leader del Tavolo per la competitività e lo Sviluppo.

“Non so il numero dei progetti presentati. Pochi o no, venerdì ho parlato con i responsabili e lunedì ho scritto una lettera ufficiale all’assessore Guido Castelli, che ha la delega alle aree di crisi, e alla dirigente Roberta Maestri per chiedere alla Regione di interloquire con il ministero e ottenere un prolungamento dei tempi” spiega Moira Canigola.

La Canigola si è mossa dopo essersi confrontata con i componenti del Tavolo per lo Sviluppo, una delle operazioni di rete meglio riuscite degli ultimi anni. “La proroga è necessaria non solo perché la scadenza cade in una fase complessa per via della pandemia, ma anche perché la stessa apertura del bando venne più volte rinviata, fattore che ha creato molta incertezza tra le aziende” precisa la Canigola nella missiva inviata.

La Regione ha subito accolto la richiesta, che arriva proprio dal mondo produttivo, visto che al tavolo seguono tutte le associazioni datoriali, la Cna con il presidente Silenzi aveva anche autonomamente presentato la stessa richiesta, i sindacati e i principali stakeholder del distretto.

A oggi non è ancora arrivata la conferma della proroga, ma assessore e dirigente sono ottimisti. Se non ci saranno sorprese, le imprese avranno la possibilità di presentare i loro piani di investimento, superiori a un milione di euro, almeno fino a metà marzo. Non va dimenticato che dopo le modifiche richieste dal Tavolo e dalla Regione la soglia è stata abbassata da 1,5 a un milione e che è stata inserita anche la possibilità di presentare progetti in rete, tra più aziende.

Raffaele Vitali

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram