Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

A scuola nel Fermano con Lindo Pinto, l'eroe normale che difende l'ambiente

31 Marzo 2021

FERMO – Come costruire un mondo lindo e pinto? Per la Provincia di Fermo bisogna partire dal basso, dalla scuola dell’infanzia alla Primaria. “Un progetto con un budget di 40mila euro che ha toccato le scuole di ogni ordine e grado. In questo caso – spiega il vicepresidente Stefano Pompozzi – pensiamo alla fascia under 10, dove piantando il seme dell’ambiente lo si vede poi crescere”.

Spesso le best practice nascono tra i banchi di scuola. Poi ci sono le macro azioni come gli 8 ecocentri, i tre centri del riuso e la crescita del 20% nella raccolta differenziata che l’era Moira Canigola ha visto portare a termine.

Al fianco della politica ci sono gli esperti: Gina Moretti, educatrice specializzata in disabilità, che ha curato la parte tematica, Demetrio Mancini che ha curato la grafica e il disegnatore Michele Rocchetti. Il tutto coordinato da Laura Lupi.

È nato così ‘Differenziamoci’, il progetto che si compone di diverse azioni. Per l’infanzia un piccolo album da colorare, per i primi due anni di primaria alcuni contenuti, per gli ultimi tre un libricino ancora più corposo. In arrivo, invece, la pubblicazione destinata agli alunni delle Medie curata da Maicol&Mirco. Infine, una serie di spot pubblicitari realizzati dai ragazzi delle Superiori.

Il personaggio protagonista delle pubblicazioni under 10 è Lindo Pinto. “Con lui educhiamo ai percorsi virtuosi, è il nostro piccolo eroe” ribadisce Pompozzi. Come arrivare ai più piccoli? La professoressa Moretti è partita dall’agenda 2030, tema chiave nell’educazione scolastica legata alla sostenibilità. “Abbiamo legato narrazione e gioco, rendendo il tutto inclusivo. Il bambino nel completare il lavoro ha un contatto con docente o genitore, si crea così una relazione nel costruire insieme la storia di Lindo Pinto. L’attenzione al linguaggio ci ha portato a dividere in due pubblicazioni il contenuto destinato alla Primaria”.

Dare forma ai contenuti è stata la sfida di Mancini e Rocchetti: “Abbiamo pensato alla figura e l’abbiamo abbinata a una carta riciclata che è un ulteriore valore aggiunto. Siamo partiti dal nome, dalla mascotte che è poi diventato il volto della campagna. Lindo Pinto è un insieme di pezzi, un simbolo di vero riciclo, come è l’operatore ecologico. È un bambino giocoliere”.

Ogni bambino, tremila le brochure stampate, così si perderà tra pagine piene di speranza “che lo renderanno protagonista di un disegno più grande: la salvaguardia del pianeta”. I fascicoli saranno consegnati alle scuole nei prossimi giorni, appena ci sarà il ritorno in presenza.

“Un lavoro di squadra: la sensibilizzazione è elemento essenziale per raggiungere gli obiettivi. Se la raccolta cresce è merito della cittadinanza attenta e collaborativa. Quando figli e nipoti recepiscono la cultura del rispetto ambientale, questo si riflette in comportamenti virtuosi di ogni fascia dì età. Noi vogliamo far partire i cittadini del futuro un passo avanti” conclude la presidente della Provincia, Moira Canigola.

r.vit.

Print Friendly, PDF & Email
Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram