Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

A Fermo la cultura viaggia e vola on line: 10mila visite nei siti e 6mila libri prestati

17 Aprile 2020

FERMO - La lettura e i musei di Fermo viaggiano on line. In tempo di emergenza sanitaria, dall’inizio del lockdown, il servizio messo a disposizione, dal mese di marzo, dalla Biblioteca “R. Spezioli” di Fermo di poter consultare libri e giornali da pc o smartphone, così come la visita virtuale dei musei cittadini, insieme ai laboratori per bambini, riscuotono grande successo. A parlare sono i numeri.

“Nonostante l’emergenza, utenti e lettori hanno voluto usufruire dei servizi che, con la nostra biblioteca e con i nostri musei, abbiamo messo a disposizione per continuare a leggere e a conoscere e vedere le nostre bellezze culturali - le parole dell’Assessore alla Cultura Francesco Trasatti. Quanto emerso in questo periodo di emergenza sanitaria riconferma la necessità, già presente prima ed ora semplicemente resa più evidente, di investire maggiori risorse sulla digitalizzazione del patrimonio museale e su contenuti di qualità ad esso collegati. La temporanea sospensione di servizi tradizionali ed in presenza (orientamento, prestito e consultazione per i libri, le visite dei musei) ci ha tuttavia consentito di riconfigurarli alla luce di strumenti dei quali la biblioteca e i musei sono in possesso, che ora si sono rivelati di enorme efficacia e sostegno”.

Ecco i dettagli.

SERVIZI E PRESTITI DI LIBRI ON LINE
Grazie alla piattaforma della Regione Marche MLOL, cui è possibile aderire gratuitamente per beneficiare del servizio inviando una mail a luca.berdini@comune.fermo.it, dal mese scorso ad oggi sono stati quasi 6 mila gli utenti che hanno chiesto di poter leggere e-book, senza contare i numeri di coloro che hanno consultato i giornali: 66.000, di cui 31.000 per testate italiane e la altre per titoli esteri; nelle prime settimane di aprile già siamo a circa 40 mila consultazioni, di cui 18.000 per testate italiane.
Sempre su MLOL (Media Libray On Line), la prima rete italiana di biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche per il prestito digitale, cui aderiscono oltre 6.000 biblioteche in 20 regioni italiane e 10 paesi stranieri, sono state create delle liste bibliografiche, suggerimenti di lettura tematici, saggi, inchieste, instant book, testimonianze per conoscere e comprendere le varie pandemie, che hanno avuto una media di un centinaio di visualizzazioni. Molti i nuovi account attivati, con picchi di oltre 50 richieste giornaliere. Oltre a Mlol, è attiva anche la piattaforma INDACO che è, analogamente, una ricca raccolta di risorse (circa 2 milioni e 200 mila tra ebook, video, audiolibri, film, musica, videogiochi, corsi, lezioni universitarie) di cui tuttavia il 90% gratuite e subito messe a disposizione degli utenti.
Inoltre, tramite i docenti coinvolti nel progetto Fermo Loves Wiki, si è data promozione allo strumento della piattaforma enciclopedica libera per le attività didattiche in remoto.
“L’ottima risposta che ci arriva in termini di gradimento da parte dell’utenza, sia storica sia del tutto nuova al mondo della nostra biblioteca – ha detto Maria Chiara Leonori, Direttrice della Biblioteca Spezioli - incoraggia proseguire su questa strada e la progettualità per l’immediato è in continua evoluzione, a partire dalle iniziative che saranno messe in atto per l’imminente “Maggio dei libri”, proposto quest’anno dal MIBACT in formula social, con anticipo di attività sin dalla metà di aprile, che coniugheranno innovazione e valorizzazione del patrimonio”.

BIBLIOTECA RAGAZZI
Creatività e professionalità sono le parole chiavi dell'offerta culturale proposta dalla Sezione Ragazzi della Biblioteca Spezioli, come: le video letture di storie inedite, lette e scritte dalla Bibliotecaria Raffaella Ramini e da bambini e adulti, reperibili nel canale Youtube con hashtag #IOVITENGOCOMPAGNIA e nella pagina Facebook della Biblioteca Civica (con circa 300 visualizzazioni), consigli di lettura, l’inventario dei giochi in un contest, attività ludico-pratiche per bambini e tanto altro ancora.

MUSEI ON LINE

Numeri importanti anche per i Musei di Fermo che, con il format lanciato da Sistema Museo dal titolo Cultura Aperta, sono stati oggetto di conoscenza e approfondimento grazie ai canali social e on line. Dal 19 marzo ad oggi, spaziando ad esempio dalle Cisterne al Teatro dell’Aquila, dalla Sala del Mappamondo alla necropoli di Torre di Palme, oltre 10.000 visualizzazioni e oltre 3.000 interazioni con i post, tra commenti e condivisioni solo sulla pagina Facebook dei Musei di Fermo, mentre in Instagram, dove sono state pubblicate anche Stories (fotografie e video della durata limite online di 24h), le interazioni sono state oltre 5.000.

Il pubblico "social" che segue i Musei di Fermo è composto di circa 9.000 residenti in Italia, mentre una minore percentuale segue dall'Argentina, dalla Spagna, dalla Francia, dal Brasile e dagli U.S.A. Il 57% di queste persone è composto da donne e il restante 43% da uomini, con una età che va dai 25 ai 65 anni; la fascia d'età più rappresentata è quella che vai dai 35 ai 44 anni.
Dal 14 aprile, considerato il protrarsi dell'emergenza, i Musei di Fermo propongono al pubblico delle famiglie con bambini, alcuni dei laboratori e delle attività didattiche più coinvolgenti per imparare, divertendosi anche da casa, sul canale Instagram con argomenti come, ad esempio, le maschere, il libro pop-up, il cappello del Margutto e l'erbario artistico.

Raffaele Vitali - via Leopardi 10 - 61121 Pesaro (PU) - Cod.Fisc VTLRFL77B02L500Y - Testata giornalistica, aut. Trib.Fermo n.04/2010 del 05/08/2010
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram