09262017Mar
Last updateLun, 25 Set 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Tentata violenza, rissa in strada e furti: super lavoro per le forze dell'ordine

polizia di notte

Grazie alla testimonianza della donna, gli agenti erano riusciti a isolare alcune immagini significative dalle riprese degli impianti di videosorveglianza della zona. Il trentenne, su decisione del Gip, è stato portato in carcere.

FERMO – Giorni intensi per la Polizia di Fermo e San Benedetto del Tronto e per i carabinieri della Riviera. Giorni e notti passate tra risse, tentate violenze e furti.

Una rissa ha coinvolto tre ragazzi fermani. prima sul lungomare, poi lungo la Statale adriatica, quando tutto sembrava stato risolto per il primo passaggio dei carabinieri. ma la discussione con cinque nordafricani non era finita e così, i cinque hanno inseguito i fermani, li hanno raggiunti e dalle parole si è passati al pronto soccorso, dove è finito un fermano.

Poche ore dopo, il fermo di un marocchino in sella a una bici con un pc in mano. Entrambi gli oggetti erano stati rubati. A capirlo un agente dell’Anticrimine di Fermo fuori servizio che si era ricordato che lo stesso era stato fotosegnalato in questura poche ore prima per verificare i documenti. Successo anche per una pattuglia a Porto Sant’Elpidio che ha intercettato, dopo un inseguimento, uno spacciatore che aveva provato a liberarsi della marijuana gettandola dal finestrino.

Infine, l’episodio più preoccupante: la tentata violenza da parte di un trentenne del Gambia a danno di una donna che aveva presentato denuncia pochi giorni fa. La Polizia aveva avviato le indagini per scoprire il nascondiglio del trentenne che aveva seguito, con espliciti intenti sessuali, la vittima. “Solo grazie alla prontezza di riflessi infatti, la donna quella notte, inseguita dal giovane, era riuscita a raggiungere la porta di casa e a chiudersela alle spalle, mentre l’uomo aveva comunque tentato di entrare” spiegano gli uomini del commissariato di San Benedetto. Grazie alla testimonianza della donna, gli agenti erano riusciti a isolare alcune immagini significative dalle riprese degli impianti di videosorveglianza della zona. Il trentenne, su decisione del Gip, è stato portato in carcere. 

VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.