09262018Mer
Last updateMer, 26 Set 2018 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il ring in piazza per ricordare Pipi Pennente. 'E' la prova, vogliamo il campionato italiano'

boxepipi

Quattro manifestazioni per la Nike pugilato in questa estate: in tutte abbinato sociale e turismo. “Con il guanto d’oro abbiamo portato 1828 pernottamenti” sottolinea Luciano Romanella.

FERMO – Due anni fa in Piazza del Popolo, un anno fa a Lido e ora il ritorno nel cuore della città: Si creò un perfetto connubio tra il jazz e la boxe, che è uno sport che affascina. “E’ la storia dello sport”. E poi, domenica non è un match come gli altri, perché si Luigi ‘Pipi’ Pennente, volto dell’Usa Santa Caterina. Il ring in piazza l’8 luglio è un unicum, come lo sarà il campo da basket sabato 14, lo sport si trova bene nel salotto cittadino.

Quattro manifestazioni per la Nike pugilato in questa estate: in tutte abbinato sociale e turismo. “Con il guanto d’oro abbiamo portato 1828 pernottamenti” sottolinea Luciano Romanella. “E’ vero, mi hanno fermato numerosi gestori di attività per dire grazie” aggiunge il sindaco. Poi tappa a Visso, per promuovere il territorio e poi Lido di Fermo. “Oggi saliamo sul ring per un personaggio che ha fatto la storia di Fermo”. Ma non si accontenta il grande promoter Luciano Romanella: “Il 22 saremo a Montegiorgio, con il pugilato in piazza, e stiamo lavorando per un botto finale con una serata di boxe a Tre Archi”. Sarebbe un ulteriore segnale di coinvolgimento di ogni angolo della città entrando il quartiere più multi etnico.

I numeri li dà Fausto Rocco, rappresentante boxe nel Coni: “Dieci incontri, principalmente boxeur marchigiani. Sul ring anche un tredicenne e due quindicenni abruzzesi a sfidarsi con i campioncini locali. Ci saranno poi due incontri Élite e tre senior”.

Maurizio Natali, presidente dell’Usa Santa Caterina: “Il ring lo vedo legato alla palestra Coni. Se siamo qui è grazie al lavoro dell’assessore Scarfini, al supporto della Nike, alla famiglia Pennente. La piazza è il luogo ideale. Già ragioniamo sul prossimo anno, per decidere se abbinarci magari una sfilata di moda per dare ancora più risalto al centro cittadino”.

Il sogno finale è di Romanella: “Prima o poi abbandonerò il mio ruolo, ma non prima di aver organizzato un campionato italiano in piazza del popolo a Fermo. Fino a quel momento non abbandono, ci siamo quasi. Abbiamo tutti i requisiti, avremo anche lo sponsor. Quando montiamo il ring ci dice solo questo: stiamo facendo le prove per l’evento finale con la diretta Rai”. E il sindaco sorride e attende, perché fermo può solo diventare più attrattiva.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.