Comotto è pronto: La conferma di Destro? Chi resta sa cosa lo aspetta alla Fermana

Comotto 1

Sul futuro c’è anche l’incognita riforma del campionato: “Lo vedo ancora più duro con questi nuovi regolamenti che rendono libere le liste over. Forse ci sarà più divisione, sarà meno equilibrato rispetto a quello di quest'anno".

FERMO – Colonna della difesa, sempre l’ultimo a tirare indietro la gamba, il capitano è un perno anche del futuro della fermana. Contratto in mano, sa già che avrà al suo fianco anche Gianluca Urbinati, il jolly di Flavio Destro che ha rinnovato per due anni e sa che potrà così recuperare al meglio dall’infortunio ed essere così pronto per un’altra stagione in serie C con i canarini.

“Abbiamo chiuso una stagione a dir poco positiva. Peccato per la seconda parte della stagione, ma abbiamo accusato un po’ di stanchezza fisica e mentale visto che non è facile dare sempre il 150 per cento”. Tanti i momenti indimenticabili per Comotto, ma su tutti la vittoria contro il Pordenone. E ora si riparte, ancora con Destro: “È un progetto che va avanti, il mister lo conosciamo e chi rimarrà saprà già cosa l'aspetta. Non sarà facile ripetersi, ma è bello affrontare sfide nuove per migliorarti sempre, partendo da umiltà, sacrificio e lavoro. Senza quelli siamo una squadra più che normale quindi soltanto in questa maniera potremo riuscire a farcela".

Sul futuro c’è anche l’incognita riforma del campionato: “Lo vedo ancora più duro con questi nuovi regolamenti che rendono libere le liste over. Forse ci sarà più divisione, sarà meno equilibrato rispetto a quello di quest'anno, ma in fondo è giusto perché io credo che la regola dei giovani non li favorisse davvero: le società che hanno giocatori Under forti d'altronde hanno sempre cercato di valorizzarli, al di là di qualsiasi regola”.