08262019Lun
Last updateLun, 26 Ago 2019 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Intoccabile Destro: biennale per il mister dei record. Conti e Andreatini gli regaleranno bomber e fantasista

destrobis5

I dirigenti: Ci abbiamo pensato per 32 secondi, il tempo di farci la domanda e darci la risposta. Per Destro parlano i risultati.

di Raffaele Vitali

FERMO – Un, due e tre: si riparte da qui, da dove c’eravamo lasciati. Fabio Massimo Conti, Massimo Andreatini e Flavio Destro dietro la scrivania nella sede della Fermana: “Annunciamo il rinnovo del contratto che durerà due anni”. Un accordo trovato in tempi rapidi: “C’era la volontà di proseguire il percorso iniziato quattro stagioni fa. Gli intenti sono comuni e siamo tutti sicuri che la scelta ci continuerà a garantire risultati belli come quelli dei prossimi anni” sottolinea il dg Conti.

Si attendono un campionato ancora più difficile, ma la fiducia è al massimo: “Vuoi per chi è stato promosso, vuoi per chi è retrocesso, vuoi per le nuove regole che aprono le porte a tutti gli over possibili, mentre chi vuole garantirsi i contributi di minutaggio dovrà far giocare tre Under, massimo cinque, per tutti e i 90 minuti”. Cambieranno gli equilibri, perché undici giocatori esperti faranno la differenza, “ma questo ci spingerà a trovare giovani di caratura importante che aiutino la squadra a raggiungere i risultati che ogni tifoso spera” prosegue Conti.

“Ci abbiamo pensato per 32 secondi, il tempo di farci la domanda e darci la risposta. Per Destro parlano i risultati. Sul pullman di ritorno da Monza già pensavamo alla prossima stagione. Parliamo di un professionista che la U maiuscola davanti a sé, quella di Uomo” riprende Andreatini: “Sembra che non scherza, ma solo perché la serietà va oltre ogni cosa con lui”.

Quali ambizioni per restare dopo quattro anni? “Essere ambiziosi significa andare oltre la linea del proprio lavoro, che è allenare chi ho a disposizione. tutti vorrebbero la Fermana dove è stato per tanto tempo. Sono certo che faranno bene e prenderanno dei giocatori validi per la Fermana, con grandi stimoli. Io voglio allenare giocatori che hanno fame, voglia di imporsi, che sudano fino alla fine. Da qui la mia ambizione: andare oltre le sfide. Dopo quattro anni fantastici si riparte da capo, con uno spirito forte” sono l eprime parole del tecnico.

È il mister più longevo nelal storia della Fermana: “Fa piacere. Ho tanti nei, ma non mi tiro indietro. So che sarà un campionato difficile. Avremo più giovani, li voglio affamati. I giovani hanno voglia e sono pronti ad apprendere prima degli anziani. Ulteriore sfida”.

Come ripartirà Destro con la sua nuova Fermana è già sul tavolo: “La mia idea tattica ce l’ho, poi dipende da chi ho a disposizione. c’è un mercato davanti e non ho problemi a cambiare sistema partendo dal 4-2-3-1”. Cosa cambierà? “Di certo l’atteggiamento. Chi ha il contratto avrà un incontro con me a breve. E lì dovranno capire che si deve resettare tutto. Se hanno gli stimoli giusti, allora è un conto. Se qualcuno non mi convince dirò ai direttori che possono cambiare squadra. Chi resta deve ragionare come me e sputare sangue, non è che la conoscenza da anni cambierà il mio approccio”.

Tornando alla firma, Conti riassume così la scelta della conferma: “Il primo aspetto è la serietà della persona, una peculiarità chiave per la Fermana. Poi ci sono i risultati, partendo da obiettivi inziali inferiori, con tanto di primi posti in classifica. Resta il rammarico per i tanti infortuni, altrimenti sono convinto che avremmo chiuso in maniera migliore. Terzo aspetto, sintonia e sinergia che ci permettono di lavorare insieme nel segno della continuità”.

Si riparte sempre con l’obiettivo di mantenere la serie C: “La forza delle concorrenti la conosciamo già. Noi sappiamo trasformare la forza degli altri in nostra, cambiando gli equilibri. Conosciamo le nostre armi”. Piacerebbero i piedi buoni anche a Destro: “Proseguire sì, cambiando qualcosa. Ne abbiamo parlato con il mister e abbiamo individuato delle linee guida per cercare di portare a casa le figure giuste, che possano dare qualcosa di diverso dal punto di vista tecnico e tattico che ci consentano i risultati e dove possibile di migliorare anche l’aspetto estetico delle partite, che magari non è l’aspetto chiave che cerco”.

Meno soldi che altrove ma certi, la Fermana riparte da qui per convincere i giocatori desiderati: “Noi sappiamo quello che possiamo garantire. Quest’anno qualche risorsa in più l’abbiamo spesa a seguito dei tanti infortuni, penso a Cremona a fine mercato che è arrivata qualche giorno dopo la cessione di Cognigni”. Il nome arriverà? “Lo è stato Giandonato un anno fa, ma lo sono stati anche Scrosta o Soprano. Non ho mai inseguito i nomi, se poi la funzionalità si sposa con un nome che è ben visto dai tifosi ancora meglio” conclude Conti che non ha dubbi sul suo futuro anche Andreatini: “Non ho dubbi, non ci sono problemi, resto alla Fermana e lavoro al futuro”. A lui il compito di dare a Destro i giocatori giusti: “I segnali li ho lanciati. Sanno che un trequartista e un esterno di qualità mi piacerebbero. D’Angelo lo abbiamo, se sta bene gioca. Un attaccante da dieci gol almeno? Il direttore lo sa”. Conti sorride, con Destro si intendono anche su questo: “Pensare di prenderlo non costa niente, del resto eravamo a un passo da Lanini, poi ha scelto l’Imolese. Ci sono altre 59 società che fanno mercato ‘contro’ di noi. Ma saremo pronti e le prime novità arriveranno già in 24 ore”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.