Tanta voglia di impresa: la Fermana a Monza per vincere. 'Non sono imbattibili'

giandonato5

Quindi muro difensivo, con Scrosta e Comotto attesi al riscatto dopo la gara con la Samb, e Giandonato a una prestazione più continua ed efficace in mezzo al campo.

FERMO – “Se li ha battuti la Viterbese, perché non potremmo farcela anche noi?”. Le parole del direttore sportivo Massimo Ardeatini risuonano, come quelle di Flavio Destro: “Abbiamo vinto col Pordenone, quindi…”. La Fermana si prepara alla trasferta di Monza con lo spirito giusto. nulla da perder e soprattutto tutto da guadagnare. Scenderà in campo determinata, quadrata, concentrata. Con un dettaglio non indifferente: deve vincere. Il pareggio, infatti, come la sconfitta, premiano il Monza di Berlusconi per la miglior posizione in classifica. Si può fare, è il lo slogan canarino che si spera diventi anche lo stimolo per i tifosi per andare in trasferta. Fischio d’inizio alle 1830. Destro può fare affidamento sull’intera rosa ‘sana’ e quindi potrà decidere se attaccare, magari schierando D’Angelo dall’inizio, se correre, con la coppia d’attacco dei piccoli Zerbo e Lupoli, se puntare su palle alte e potenza, con Malcore. Il gol dovrà per forza arrivare. Obiettivo 0-1, inutile nascondersi. Quindi muro difensivo, con Scrosta e Comotto attesi al riscatto dopo la gara con la Samb, e Giandonato a una prestazione più continua ed efficace in mezzo al campo.