11172019Dom
Last updateDom, 17 Nov 2019 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Intervista, la nuova vita di Amoroso in B: io e mio fratello, che coppia. La Sutor? Proprio bravo Caverni

amocovit5

L'ex capitano della Poderosa ha vinto contro la Sutor, primo sorriso con la maglia della Rossella.

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – Prima partita, 25 punti e tanto altro. Ma sopratuttto, una sfida nella sfida tra il suo presente, la Rossella Civitanova, e il suo passato, la Sutor.

Valerio Amoroso, ci sperava nella tripla doppia?

“Una gara difficile da giocare. La Sutor ha puntato tutto sulla fisicità. All’inizio ho fatto fatica, poi ho preso le misure. Alla fine non ne avevano più. Noi bravi a stare lì, la differenza si è vista. Giusto che vincessimo”.

Che impressione le ha fatto la Premiata?

“Un’ottima squadra, sono messi bene considerando il budget che avevano. Daranno fastidio a tante squadre, soprattutto alla Bombonera (domenica esordio casalingo contro Ravenna, ndr).

2mila persone sugli spalti, lo avrebbe mai immaginato in serie B?

“Ci aspettavamo di meno. Siamo stati contentissimi. Parlando con il gm Tessitore non avevamo queste aspettative, grande risposta del pubblico. In futuro sono convinto che arriverà ancora più gente. C’erano anche giocatori della Lube e li ho viti presi”.

Tornare in serie B che effetto le ha fatto?

“All’inizio ho fatto fatica. Ci sono contatti diversi. Non è semplice capirlo subito. Con la Sutor sembrava tutto tranne che una gara di B, a cominciare dall’entusiasmo in poi. Questo pubblico con la Poderosa in A2 l’ho visto nei play off”.

Margini di crescita?

“Non era la partita per Pierini e Alessandri, dove conta più la tecnica del fisico. Nonostante questo abbiamo visto belle cose. Da rivedere il nostro finale, due punti in tre minuti. Non mi piace quando molliamo”.

Senta, ma Ciccio Amoroso ha la mano più dritta della sua. Insieme siete illegali?

“Molto più dritta della mia. È vero che insieme siamo una bella coppia. È un giocatore che spalle a canestro se vuole fa sempre canestro”.

Sutor, chi le è piaciuto?

“Mi è piaciuto molto Caverni, legge ben gli aiuti e ha un bell’arresto e tiro. Fossi nella Poderosa lo prenderei. E poi la faccia tosta di Villa”.

Polonara?

“Non guardate ai numeri. Mi ha messo in difficoltà nei primi due quarti. Poi mi sono messo in ritmo grazie al tiro da tre punti, ma mi ha fatto faticare”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Sauro Longhi, il rettore della contaminazione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.