08212019Mer
Last updateMar, 20 Ago 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Micam2019

Mossa anti crisi: brandizzare il distretto calzaturiero delle Marche. Salina Ferretti: 'Creiamo la Shoes Valley'

salinapresidente

L'assessora regionale Bora: La programmazione europea 2021-2027 offre buone possibilità di finanziamento. Ottima l'idea presentata dall'imprenditrice". La Ferretti è appena stata nominata presidente dell'Azienda Speciale Moda della Camera di commercio delle Marche.

di Raffaele Vitali

MILANO – La Shoes Valley sta per nascere. Attenzione, il mondo del calzaturiero marchigiano, che ha il suo cuore nel distretto fermano maceratese, ci crede e va all’attacco della crisi puntando su quello che ha di inimitabile: manifattura, qualità, paesaggio, bellezza in generale. Sul progetto ci sta lavorando da tempo Salina Ferretti, presidente della sezione calzaturieri e da poco presidente dell’Azienda speciale moda della Camera di commercio delle Marche. “Un progetto in fieri, che vogliamo chiudere entro l’anno. Non avrebbe senso prendere più tempo, ma per riuscirci ci devono credere tutti, dagli imprenditori agli enti locali” sottolinea la Ferretti.

Gli incontri sono già stati tanti e la riprova arriva dall’assessora regionale Manuela Bora: “Il marchio è stato registrato. È un progetto che ci piace, su cui cercheremo, se andrà in porto come credo, di far convogliare risorse. Del resto parliamo di made in Italy. La programmazione europea 2021-2027 offre buone possibilità di finanziamento. Quello che mi ha convinto nella proposta è che è un progetto corale, inclusivo, che dalle scarpe del distretto vuole veicolare l’intero territorio”.

Aggiunge Salina ferretti: "Il distretto marchigiano ha tanti problemi, ma anche delle caratteristiche inimitabili. Noi vogliamo piantare la bandiera della ‘Shoes Valley’ anche in autostrada. Dobbiamo diventare riconoscibili, raccontabili. Il nostro modello è la Wellness Valley romagnola”. Se il progetto sarà completo, parlerà a tre target differenti: “Pensiamo alle società di private label (oggi marca del distributore, ndr), buyers e consumatori, quelli che vengono in vacanza e che noi dobbiamo trasformare in clienti”.

Nel progetto non è prevista una nuova ‘fiera’ nel distretto: “Il Micam è la casa giusta, quello che immaginiamo è uno nostro spazio dentro i padiglioni dove promuovere la Shoes Valley, prendendo i buyer qui e pianificandogli degli incoming mirati dentro le aziende, nella valle” ribadisce la donna che ora gestirà le ingenti risorse della camera di commercio. Una Shoes Valley che unisce spiaggia e monti tra le mani dei calzaturieri. Quegli artigiani che nessuna macchina potrà mai imitare, come dimostra il documentario realizzato (il debutto il 6 aprile alle 2130 al teatro La Perla di Montegranaro) da un giornalista, un fotografo e un videomaker tra le imprese di Montegranaro, capitale della calzatura. Un viaggio tra i profumi del mastice e della pelle, tra il taglio e l’orlatura, raccontato direttamente da chi la professione la tramanda.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.