Editoriali

Contare, almeno per un giorno

rafbasket fondino

Almeno teniamoci questa illusione. Che poi, quando si parla di piccoli comuni, diventa una certezza. Ogni voto è pesante se si pensa che in passato c’è chi ha vinto per due voti, chi per dieci, qualche recordman per un centinaio. E allora, uscire di casa anche con la pioggia assume un peso enorme, il peso di chi può incidere.

Votare è un diritto e al contempo un dovere, è il momento della nostra partecipazione diretta alla vita pubblica, quella che critichiamo al mattino e che attacchiamo la sera davanti alle tv. Se per Roma e Bruxelles le Marche scontato la loro piccola dimensione, ma non è indifferente poter guardare la mappa e dire: ‘1 milione di voti davvero vogliono il made in’ o ‘basta sanzioni alla Russia’ per stare a due dei temi che poi non son davvero quelli che faranno la differenza per il futuro delle nostre Pmi.

Contiamo…ci almeno per un giorno. Almeno fino allo spoglio, fino a quando qualcuno vincerà e qualcuno perderà ma con il timbro sulla scheda potremo dirci ‘ci abbiamo provato’.

* direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali